Tradizionali gare MTB fatte con E-Bike: capiamone il senso

Partecipanti a gare con E-Bike affiancati a biker muscolari: provocazione oppure reale opportunità?

Quale potrebbe essere il senso di questa nuova ipotetica nuova modalità?

Attenzione non stiamo parlando di fare 2 circuiti in una stessa giornata.

Stiamo parlando di fare esattamente la stessa gara con 2 bici diverse ed in cui sullo stesso podio potrebbero esserci sia atleti che in competizione hanno usato bici muscolari che atleti che hanno usato E-Bike.

Avrebbe senso?

Ovviamente a questo punto dell’articolo già molti di noi stanno vomitando all’idea (sono certamente quelli che usano la bici da corsa….;-) )

Ma noi siamo autentici biker e la novità non ci spaventa, anzi ci attizza.

Facciamo un passo indietro e torniamo al 2010.

Partecipare con una 29″ pollici ad una Marathon era considerato barare.

Gli organizzatori più scaltri permettevano la partecipazione con 29″ ma la classifica era in questo caso speciale.

Oggi ovviamente questo non sarebbe possibile.

Ma torniamo alle E-bike.

Che cosa dovrebbe fare una organizzazione per rendere “ragionevole” la convivenza?

1. Controllo del mezzo

Prima di tutto andrebbero severamente controllate e certificate le bici in maniera che non superino i 25 km/h (o anche meno) in modalità assistita come previsto dalla legge.

Avere una bici truccata sarebbe l’equivalente del doping.

Chi viene beccato squalifica a vita.

2. Caratteristiche del circuito

In un percorso a medie molto alte in cui si superi frequentemente i 25 Km/h non è assolutamente scontato che le E-bike siano avvantaggiate perché il motore “stacca” ed ad oggi i rapporti montati di serie penalizzano molto la velocità.

Al contrario, se si vorrà stare in scia dei più veloci, sarà necessario avere una buona capacità fisica per spingere ben oltre i 25 km/h.

3. Aspetti tecnici legati alla bici

Peso

Ad oggi il peso di una discreta E-Bike supera i 20KG.

In caso di pendenze molto forti é comunque necessario scendere e spingere.

E’ vero che esistono i programmi che aiutano la spinta….ma 20 Kg sono sempre 20 Kg.

Autonomia

Una ebike può avere anche molta autonomia ma bisogna che l’assistenza sia veramente poca e questo significa spingere sui pedali.

Tecnica

Scendere un Rockgarden richiede molta tecnica ed unito al peso della E-Bike potrebbe non essere così facile.

Tecnologia

E se il motore si rompe? Si lo so questa domanda é uguale a: “e se la ruota si fora?” Ma non é una opzione così remota se si deve passare un guado.

4. Conclusioni

Alla luce di quello che ti ho esposto, ti sembra così lontana questa possibilità?

Io non credo proprio ed in particolare se ci fosse un circuito abbastanza lungo e veloce con qualche passaggio tecnico piuttosto impegnativo.

Se ti va condividi il tuo pensiero qui sotto nei commenti.

Io intanto vado a farmi un giro in bici (muscolare).

Ciao ed alla prossima.

The following two tabs change content below.
Michele Zanchin

Michele Zanchin

Classe 1976, sono un grande appassionato di Mountain Bike da oltre 15 anni. Sono papà, marito e manager e quindi il mio approccio MTB è di tipo scientifico perché mi trovo sempre nella difficoltà di coniugare la passione per la bici con gli impegni lavorativi e la famiglia.
10 commenti
  1. Mauro Muraro dice:

    SUPERCONTRARIO Alle gare di E-BIKE e muscolari si devono fare le gare separate, e come una gara do barche a vela contro gli OFFSHORE. che senso ha’…….

    Rispondi
  2. Mauro Gentile dice:

    Salve, credo che la cosa vada soprattutto regolamentata ben oltre il presente, a riguardo condiviso un esperienza avuto nella blasonatissima a Vecia Ferovia, mail che peraltro nn ha ricevuto la benché minima considerazione…
    Salve, volevo scrivervi fin da subito, poi mi sono preso un attimo di riflessione.
    Innanzitutto complimenti per l’organizzazione, la sicurezza e quanto approntato per la gara, che si svolge su un territorio vastissimo e complesso e immagino quanta organizzazione e lavoro ci sia dietro. Sono un amante della MTB, praticata agonisticamente fino all’avvento delle ’29, e poi amatorialmente in gran fondo e Marathon. L’avvento delle ’29 ha segnato per me la trasformazione dei percorsi in sterratoni velocissimi, adatti più a stradisti che cercano fortuna tra i ranghi della MTB che a biker che sanno guidare la Bici in montagna. A riprova di quanto dico la quantità industriale di persone che sorpasso e risorpasso nelle discese, e che poi nei tratti più pedalabili mi superano di nuovo. Ma fin quì niente da eccepire, rimane il fatto che chi più ne ha…
    Ho deciso di fare solo le gare che soddisfano il mio palato, e voi sinceramente in controtendenza avete inserito in una gara che tradizionalmente ripercorre un percorso bellissimo e storico, un succulento contorno di tecnica. Ho provato la 3T, ed ho deciso di nn farla, ad esempio, troppo asfalto, due discese molto tecniche e belle senza però la possibilità di superare nessuno, ed un continuo di strappi mortali in salita che mal si addicono ad una Granfondo, secondo il mio parere.
    Se posso però una critica al nuovo che avanza, e lasciando stare il filosofico pensiero sulla democraticità tradita dalle E-Bike:
    che senso ha vedersi superare a tutta velocità da una bici guidata da un borioso sedicente biker che chiede strada come fosse su una pista da scì discesa, peccato fossimo tutti incolonnati in salita più o meno tra il 32° ed il 35°km intorno ai 12/15kmh?
    Peraltro questo accadeva dopo esattamente 1h dalla partenza degli E-Biker, ed a conti fatti significava ca 30kmh di media, e la media finale dei primi infatti conforta la mia teoria: ma il limitatore di velocità è lecito toglierlo in una gara di E-Bike? perchè con il limitatore, tutta quella salita, e i 20kg della bici (senza considerare che anche gli E-Biker a furia di andare elettrico non abbiano conservato proprio un fisico da ciclista), quelle medie mi sembrano eccessive, soprattutto per i primi (infatti ne ho contati solo 4 al traguardo prima di me). In fondo anche quello sarebbe doping tecnologico, e premiare taluni di fronte ad altri che magari nn hanno potuto/saputo/VOLUTO imbrogliare non è giusto.
    Forse è il caso di lasciare al diporto, l’utilizzo della E-Bike, rinunciando a qualche quota di iscrizione.
    Larga è la strada, stretto è il sentiero, voi dite la vostra, io esprimo il mio pensiero.
    Alla Prossima

    Rispondi
  3. Sergio dice:

    Se si parla di GF dove il percorso permette facili sorpassi la convivenza é possibile, in quanto alla classifica deve essere separata semplicemente perchè si tratta di mezzi diversi che non ha senso confrontare tra di loro.
    Nel XC é addirittura vietato dal regolamento UCI l’utilizo di e-bike sul percorso di gara anche in prova e questo per ovvie ragioni di sicurezza trattandosi di mezzi che hanno velocità troppo differenti (a tratti a favore del muscolare, a tratti a favore dell’elettrico) creando imbottigliamenti e sorpassi azzardati vista la conformazione del tracciato.

    Rispondi
  4. Paolo Moroni dice:

    Sono apertissimo a qualunque novità, ma un conto è uscire in compagnia con mtb ed ebike, un altro le competizioni.
    È vero che nei tratti più veloci le ebike sono penalizzate ma sui denti o sulle salite più ripide non c’è storia. Ho amici più anziani di me, meno in forma ed in sovrappeso che nei tratti impegnativi mi sverniciano.
    Nelle discese le ebike sono più pesanti, ma possiedono freni ed ammortizzatori maggiorati che consentono di affrontare anche i tratti tecnici in sicurezza.
    A mio parere devono restare in competizioni separate.

    Rispondi
  5. Gianni dice:

    Benvenute le E Bike, si può uscire assieme a degli amici o gruppi di bikers con le muscolari con chi ha più gamba magari, per godersi il giro assieme e in compagnia divertendosi. Ma trovo sbagliato fare competizioni assieme, ognuno la sua classifica ! Dà fastidio sicuramente in una gara, per chi usa la muscolare, vedersi superare magari in un tratto impegnativo a doppia velocità mentre tu stai dando l’anima e sapere che questo ha il “motore” !!
    Ah, io ultimamente uso la E Bike, e la trovo divertentissima !! 😀

    Rispondi
  6. Salvo dice:

    Io ho provato un percorso di GF MTB prima di una gara assieme ad un ragazzo che aveva ebike e non riuscivo a tenere il suo passo ed è arrivato pure riposato, mentre la Domenica in gara lui ha partecipato con la muscolare ed è arrivato 20 minuti dopo di me. Secondo me non c’è paragone

    Rispondi
  7. Fabio dice:

    Ciao a tutti, io un tentativo lo farei… insomma, è vero che sono due cose totalmente differenti ma, come dice il buon Michele, con la giusta scelta dei percorsi il risultato non sarebbe così scontato. Poi, io la vedo anche sotto un’altro aspetto: per un prodotto giovane ed acerbo come sono le e-mtb, il mondo delle competizioni non può fare altro che bene, spingendo lo sviluppo fin dove, a mio modesto avviso, un po’ tutti i biker interessati alle e-mtb vorrebbero voler vedere arrivare le bici “elettriche”, e cioè ad abbassare drasticamente i pesi ( 16/17 kg), ad alleggerire motori e batterie, creando una bici che dia il giusto sostegno alla pedalata, senza l’effetto “shuttle” che, a me, sinceramente non piace ma, che necessita di motori potenti e pesanti.
    Perciò, con la giusta formula, si alle competizioni miste. Ciao a tutti.

    Rispondi
  8. Plutogrrigio dice:

    Faccio un po tutte le specialità del ciclismo a livello amatoriale, quindi possiedo bici di tutti i tipi, compreso e bike; che devo dire uso pochissimo proprio perché nel mio gruppo siamo solo in due.
    Sarebbe come andare con la corsa con chi ha la Mtb, non è solo un fattore tecnico ma anche psicologico, al di là del risultato finale.
    Solo gare o classifiche con lo stesso tipo di mezzo trovano, secondo me, un significato.
    P.

    Rispondi
  9. Massimo dice:

    Buon Giorno a tutti io pratico sia con muscolare che ebaike ma sono due mondi diversi e due contesti diversi ci sono pro e contro in entrambi ma con caratteristiche troppo diverse, serve semplicemente fare classifiche separate.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *