• mtbpassione

Tradizionali gare MTB fatte con E-Bike: capiamone il senso

Partecipanti a gare con E-Bike affiancati a biker muscolari: provocazione oppure reale opportunità?

Quale potrebbe essere il senso di questa nuova ipotetica nuova modalità?

Attenzione non stiamo parlando di fare 2 circuiti in una stessa giornata.

Stiamo parlando di fare esattamente la stessa gara con 2 bici diverse ed in cui sullo stesso podio potrebbero esserci sia atleti che in competizione hanno usato bici muscolari che atleti che hanno usato E-Bike.

Avrebbe senso?

Ovviamente a questo punto dell’articolo già molti di noi stanno vomitando all’idea (sono certamente quelli che usano la bici da corsa….;-) )

Ma noi siamo autentici biker e la novità non ci spaventa, anzi ci attizza.

Facciamo un passo indietro e torniamo al 2010.

Partecipare con una 29″ pollici ad una Marathon era considerato barare.

Gli organizzatori più scaltri permettevano la partecipazione con 29″ ma la classifica era in questo caso speciale.

Oggi ovviamente questo non sarebbe possibile.

Ma torniamo alle E-bike.

Che cosa dovrebbe fare una organizzazione per rendere “ragionevole” la convivenza?

1. Controllo del mezzo

Prima di tutto andrebbero severamente controllate e certificate le bici in maniera che non superino i 25 km/h (o anche meno) in modalità assistita come previsto dalla legge.

Avere una bici truccata sarebbe l’equivalente del doping.

Chi viene beccato squalifica a vita.

2. Caratteristiche del circuito

In un percorso a medie molto alte in cui si superi frequentemente i 25 Km/h non è assolutamente scontato che le E-bike siano avvantaggiate perché il motore “stacca” ed ad oggi i rapporti montati di serie penalizzano molto la velocità.

Al contrario, se si vorrà stare in scia dei più veloci, sarà necessario avere una buona capacità fisica per spingere ben oltre i 25 km/h.

3. Aspetti tecnici legati alla bici

Peso



Indice contenuti

  1. Peso

  2. Autonomia

  3. Tecnica

  4. Tecnologia

Ad oggi il peso di una discreta E-Bike supera i 20KG.

In caso di pendenze molto forti é comunque necessario scendere e spingere.

E’ vero che esistono i programmi che aiutano la spinta….ma 20 Kg sono sempre 20 Kg.

Autonomia

Una ebike può avere anche molta autonomia ma bisogna che l’assistenza sia veramente poca e questo significa spingere sui pedali.

Tecnica

Scendere un Rockgarden richiede molta tecnica ed unito al peso della E-Bike potrebbe non essere così facile.

Tecnologia

E se il motore si rompe? Si lo so questa domanda é uguale a: “e se la ruota si fora?” Ma non é una opzione così remota se si deve passare un guado.

4. Conclusioni

Alla luce di quello che ti ho esposto, ti sembra così lontana questa possibilità?

Io non credo proprio ed in particolare se ci fosse un circuito abbastanza lungo e veloce con qualche passaggio tecnico piuttosto impegnativo.

Se ti va condividi il tuo pensiero qui sotto nei commenti.

Io intanto vado a farmi un giro in bici (muscolare).

Ciao ed alla prossima.

2 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti