• mtbpassione

Negozio di ciclismo? – Breve analisi dalla parte dei commercianti.

Darra Giorgio

Negli ultimi anni noi clienti del settore ciclismo, ed in particolare della MTB, abbiamo assistito a uno stravolgimento del mercato riassumibile in poche parole: Modifica degli standard (dimensione delle ruote, battuta dei mozzi, larghezza dei copertoni) e aumento generale dei prezzi. Ma cosa vede un negoziante oggi e per il futuro? Abbiamo intervistato Giorgio Darra, titolare del negozio Darra Cycles.

E: Ciao Giorgio, presentati! “Salve a tutti i lettori, mi chiamo Giorgio Darra e sono il titolare del negozio Darra Cycles di Cassolnovo (PV). Il nostro negozio (di circa 600mq.) è rivenditore ufficiale Specialized, Trek e Pinarello; da quest’anno abbiamo deciso di tenere anche Giant. Per la realtà italiana siamo un negozio di medie-grandi dimensioni, con un ampio spazio espositivo e un’ officina specializzata. Abbiamo anche un Team (Darra Racing Team) composto da circa 70 associati che fa ottimi risultati nelle gare.”

Foto sito darra Cycles

Darra Racing team

E: Quali sono i punti di forza necessari per fare questo lavoro? “Sicuramente la passione, è un mercato in continuo sviluppo e spesso è molto difficile stare al passo. Altra cosa importante è cercare di capire il mercato, i marchi leader ci chiedono ordini programmati per continuare a essere concessionari, per cui bisogna saper calcolare con molto anticipo le richieste dei clienti". E: Siamo qui per parlare del mercato, cosa pensi dell’ online? “Oggi giorno, nel settore del ciclismo come in ogni altro, l’online è diventato fondamentale per poter far conoscere la propria realtà e avere visibilità sul mercato; anche noi per stare al passo con i tempi abbiamo completamente rinnovato il nostro sito internet rendendolo più fruibile e aggiornandolo con le novità ogni giorno. I clienti tendenzialmente non vanno più nei negozi a cercare una bici ma preferiscono vedere sul sito e scrivere mail per conoscere le disponibilità e solo dopo ci fanno visita". E: cosa ne pensi dei negozi online ? “È il problema maggiore di noi negozi. I grossi negozi inglesi, francesi e tedeschi che sono incentrati sull’e-commerce hanno capacità organizzative e disponibilità economiche che noi non riusciamo ad seguire, questo consente loro di effettuare grossi ordinativi ai fornitori, riuscendo così a spuntare prezzi minori e quindi a scontare maggiormente i prodotti, sottraendoci così una grande fetta di mercato soprattutto su ricambi e accessori". E: Cosa chiedono i clienti maggiormente? “Il cliente che si rivolge al negozio chiede professionalità e servizio. Chi cerca esclusivamente il prezzo penso che oggi come oggi non entri neanche più in un negozio vista la possibilità di acquistare qualsiasi prodotto on-line".

darra cycles bici

Una strada che sarebbe stata percorribile poteva essere la formazione di un gruppo di acquisto formato da 30 o 40 negozi associati che avrebbero potuto fare ordini consistenti alle aziande per spuntare condizioni migliori; purtroppo in Italia l'egoismo e la mancanza di lungimiranza ha fatto si che in altri settori questi gruppi funzionassero (vedi le piattaforme di acquisto nell'alimentare o nell'elettronica) mentre nel nostro rischiamo sempre di essere succubi dei fornitori.

Un'altra strada, vista la marginalità troppo esigua del settore e l'obsolescenza troppo rapida dei prodotti, potrebbe essere anche quella di trasformare i nostri negozi in showroom di marchi dove il cliente può vedere dal vivo le biciclette e magari effettuare anche la prova delle stesse (test-bike), avvalendosi della nostra consulenza per la scelta del mezzo più idoneo alle proprie esigenze. L'azienda ci potrebbe riconoscere una percentuale sulla vendita e il resto lo ricaveremmo dalle riparazioni e dagli accessori.

Penso potrebbero essere soluzioni all'avanguardia ma, mentre nel primo caso qualche tentativo è stato fatto ma è miseramente fallito; nel secondo per i grossi marchi noi negozianti siamo una buona fonte di reddito quindi perchè togliere a noi il problema del vendere i loro prodotti per trovarsi direttamente loro con questo problema?" E: Grazie mille Giorgio! Ci vediamo presto in negozio! “Grazie mille a te Edoardo e ringrazio anche tutto lo staff di MTB Passione per l’intervista. Vorrei salutare tutti i lettori e spero di essere stato utile a capire meglio le dinamiche di questo mercato. Ora buon weekend su due ruote a tutti!”

Negozio Darra Panoramica

Panoramica del negozio.


Edoardo Zella

#ciclismo #ecommerce #negozio

2 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Come impedire ai crampi di rovinare il tuo giro in bici

I crampi sono comuni, dolorosi e sorprendentemente misteriosi. Ecco cosa puoi fare per fermarli prima che ti fermino. Le temperature stanno calando, stai sudando di meno e tuttavia eccola, quella dolo