• mtbpassione

Monocorona: il futuro della trasmissione

Monocorona o non monocorona? Questo è il dilemma.

Monocorona

Monocorona, doppia o addirittura tripla?



Indice contenuti

  1. Monocorona, doppia o addirittura tripla?

  2. Perché montare una sola corona?

  3. Quali sono i principali problemi?

  4. Quali sono invece i vantaggi?

  5. é una soluzione costosa o economica?

  6. Il monocorona in futuro

Come spesso accade in molti articoli la risposta inizia così: dipende. Ebbene si, anche questa volta dipende soprattutto da quale tipo di sport di mtb pratichiamo.

Nel DH, per esempio, il monocorana è usato praticamente da sempre, nell'enduro è molto frequente l'utilizzo della doppia corona ma ultimamente si sta avvicinando l'uso del monocorona; così come nel cross country, soprattutto in gare che necessitano di rapporti agili. Il monocorona fa risparie peso e spesso anche tempo visto che è molto rara la caduta della catena.

Insomma, il monocorona ovvero la singola corona anteriore, si sta diffondendo sempre di più in quasi tutte la mountain bike.

Perché montare una sola corona?

La scelta di adottare il monocorona nasce dalla ricerca di evitare cadute accidentali della catena. Un rischio che potrebbe anche comportare danni alla trasmissione, oltre ad essere una perdita di tempo ed energie.

Nonostante esistano dispositivi anti-caduta anche per la doppia corona questo sistema risulta essere più soddisfacente.

Quali sono i principali problemi?

Come in tutte le cose è ovvio che si ha il pro e il contro. Il principale problema della corona singola sono la poca gamma di rapporti. Ovvero o scegliamo rapporti agili per la salita rinunciando però ad avere maggior spinta in discesa, o rapporti più duri per la discesa ma molto più difficoltosi se non impossibili da pedalare in salita, specialmente per chi ha poco allenamento.

Anche se oggi le diverse marche costruttrici hanno ampliato il numero di rapporti, risulterà quindi più facile trovare quello più adatto a noi. Quindi questo sembra essere un problema ormai superato.

Quali sono invece i vantaggi?

Abbiamo già elencato alcuni dei principali vantaggi sull'utilizzo del monocorona. Ma aggiungiamone ancora, come ad esempio la possibilità di poter montare un deragliatore posteriore a gabbia corta, il quale ci offrirà: riduzzione del peso grazie anche alla catena con meno maglie; inoltre, essendo più corto e più lontano da terra è meno soggetto a urti il che garantisce un minor rischio di rottura e mantiene la catena più ferma, il che è ottimo per gli sport gravity; infine risulta essere più rapido e preciso durante le cambiate.

é una soluzione costosa o economica?

Questa è forse la domanda che più interessa a tutti.

Se dobbiamo acquistare una trasmissione nuova è sicuramente meglio acquistare una guarnitura monocorona nativa, la quale risulterà più sicura, “pulita”, facile da montare e leggera.

Prodotte da diverse marche con differenti metodi di produzione, un noto marchio costruisce le sue monocorone con un dente più alto e il successivo più largo e così via alternati, in questo modo si evita la caduta della catena.

Un' altrettanto noto marchio, per ottenere lo stesso risultato costruisce le monocorone con i denti leggermente inclinati, per capire potremmo immaginarli quasi a forma di “uncino”.

Se invece possediamo già una buona guarnitura da 3 o 2 velocità conviene convertirla. Ovviamente non avremmo lo stesso risultato di una singola nativa ma il prezzo risulterà decisamente inferiore.

Quando si fa questa trasformazione è, quanto meno, consigliabile montare una corona specifica da singola, le quali sono più spesse, robuste e hanno numerose dentature, anche dispari, per personalizzare al meglio i nostri rapporti.

Nonostante la corona singola già di per sé diminuisce il rischio di caduta se si decide di adottare il sisteme di trasformazione della propria guarnitura, per una maggiore sicurezza è opportuno montare anche un sistema di guida catena.

Esistono tre diversi tipi di sistemi anti-caduta, più leggeri o più completi ed efficaci. Il guidacatena semplice, simile al deragliatore ma fisso, questo sistema è molto leggero quindi adatto all' XC o ad un uso non troppo intenso perchè può verificarsi comunque uno sbattimento della catena sul telaio. Per evitare questo può essere presente una puleggia o una slitta nella parte inferiore della catena con funzione di tendicatena,

o ancora una protezione laterale della corona chiamata taco.

È facile far lievitare o diminuire il prezzo a seconda delle scelte che facciamo e di cosa abbiamo bisogno per noi.

Il monocorona in futuro

Oggi il monocorona è una soluzione per tutti allenati e non, gli unici rimasti scettici sono quelli che ancora non lo hanno provato. In futuro il monocorona sarà probabilmente presente su ogni mtb.

Consiglio sempre di farsi fare ogni modifica da mani esperte, ondevitare il peggioramento delle funzioni della nostra bike.

Come ogni volta concludo dicendo che non possiamo dirvi cosa è meglio o cosa è peggio, noi possiamo dirvi come la pensiamo o come funzionano i diversi componenti, ma la scelta è tutta soggettiva.

5 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti