Perche’ le consulenze sono così costose?

Ciao Michele ho visto che nel tuo programma di allenamento invernale FORMULA SEDICI, proponi un piano di allenamento per l’inverno della durata di 4 mesi ad un prezzo davvero interessante.

Come non bastasse dici anche che lo pago una sola volta e lo posso usare anche il prossimo inverno.

Il tutto con il supporto di 4 professionisti disponibili a rispondere alle mie domande.

Ed in più con la garanzia SODDISFATTO o RIMBORSATO.

Dove sta la fregatura?

Filippo

Vedo di rispondere a Filippo cercando di spiegare come funziona la dinamica che e’ dietro Formula Sedici.

Se tu come appassionato di mountain bike dovessi prenderti gli stessi professionisti di Formula Sedici dovresti spendere minino 200 Euro al mese e visto che i mesi sono 4 dovresti andare a spendere alla fine di 800 Euro.

  • 200 Euro sono per il preparatore atletico
  • 200 Euro per il personal trainer
  • 200 Euro per la psicologa
  • 200 Euro per la nutrizionista

Questi sono prezzi di mercato assolutamente normali per chi vuole farsi seguire da questi professionisti per una stagione.

Ma allora come fa FORMULA SEDICI a costare quasi 10 volte di meno?

E’ semplice: mentre in una condizione “normale” un professionista dedica un’ora del suo tempo solo a te in Formula Sedici tutto e’ studiato perche’ il tempo del professionista sia distribuito a piu’ persone.

Ma allora Formula Sedici si sostituisce ai professionisti?

Assolutamente no!

In Formula Sedici hai tu la grande responsabilita’ di seguire da solo il corso ed eventualmente avere dei chiarimenti grazie all’HELP DESK.

Se non hai questo tipo di autonomia Formula Sedici non e’ per te e non non ti porterà nessun beneficio.

Se invece riesci a ricordati di accedere alla piattaforma di training per controllare i tuoi progressi allora Formula Sedici fa proprio per te e ti permette di risparmiare parecchio.

Spero di averti aiutato a capire.

Ciao

The following two tabs change content below.
Classe 1976, sono un grande appassionato di Mountain Bike da oltre 15 anni. Sono papà, marito e manager e quindi il mio approccio MTB è di tipo scientifico perché mi trovo sempre nella difficoltà di coniugare la passione per la bici con gli impegni lavorativi e la famiglia.