Come sopravvivere a Pasqua

Pasqua MTB

Il pranzo di Pasqua è alle porte.

Si tratta di un momento di grande gioia per tutti, soprattutto per i bambini, ricco di occasioni per passare un po’ di tempo con i propri cari.

A Pasqua e Pasquetta, la tradizione prevede infatti che si consumino pasti molto abbondanti e ricchi di cibi ad alto valore calorico.

Ti darò solo qualche piccolo suggerimento per non appesantirti troppo a pranzo e perdere così l’occasione di una bella pedalata nel pomeriggio.

Io goloso come sono mi sono decisamente rovinato delle belle giornate per aver mangiato troppo.

Ecco la mia strategia.

1.Un’ora prima del pasto berrò un litro di acqua naturale.

In questa maniera riempiero’ lo stomaco e non arrivero’ affamato.

2.Farò attenzione all’antipasto.

Generalmente e’ proprio l’antipasto che ci fa “ingolfare” visto che essendo la prima portata i o tendo sempre a sottostimarla.

3.Farò a metà del primo con mia figlia

In questa maniera limitero’ i carboidrati ed in piu’ faro’ felice mia figlia che avra’ certamente fretta di andare a giocare.

4.Mi concentrero’ sul secondo.

Ad un buon arrosto non si dice di no. Anzi probabilmente faro’ il BIS.

5.Mangerò verdure ma non patate.

Questa e’ una scelta di grande sofferenza.

Come si fa a non mangiare le patate al forno il giorno di Pasqua con l’arrosto?

Per una bella ora in bici questo ed altro!

6.Non mangero’ pane.

Questa strategia si commenta da sola.

7.Non berro’ alcool.

Il motivo è semplice: l’alcool rallenta la digestione e pertanto prima di digerire un pasto sostanzioso potrebbe volerci un bel po’.

8.Mangero’ frutta prima della focaccia o della colomba

In questa maniera sarò ulteriormente sazio ed eviterò di fare il BIS di dolci.

9.Mangero’ UNA fetta di focaccia o di Colomba

Ragazzi dopo tutto è Pasqua.

Un giorno di grande festa.

Mica devo mortificarmi,no?

10. Un bel giro in bici….

Che sia di prima mattina o che sia di tardo pomeriggio, un semplice giro in bici aiuta a smaltire parecchie calorie.

Buona Pasqua a tutti i biker.

The following two tabs change content below.
Michele Zanchin

Michele Zanchin

Classe 1976, sono un grande appassionato di Mountain Bike da oltre un quarto di secolo. Sono papà di due bellissime bambine, marito e manager. Mi piace il mondo della MTB con un particolare sguardo agli aspetti tecnici senza tuttavia esagerare. Gli articoli che troverai sono frutto di ricerche personali e di consulenze con affermati professionisti. Se lasci la tua email potrai ricevere newsletter con consigli da un appassionato come te.
1 commento

I commenti sono chiusi.