fbpx

Le differenze di guida

 

5 commenti su “Le differenze di guida”

  1. Ottimo video, impressionante le comparazioni, mi aspetto di vedere la comparazione delle tre bici in salita dove la maggior superficie a contatto del pneumatico ed il peso maggiore dovrebbe fare la differenza.

    Rispondi
  2. Complimenti.
    Adesso sarebbe veramente utile avere anche un video su come si devono affrontare in modo corretto le curve sia larghe che strette.
    Grazie.

    Rispondi
  3. grazie Michele per tutto quello che ci stai trasmettendo
    utilissimo per me il video di comparazione
    ho appena capito che la mia bike (peraltro nuova :(( ) non fà il caso mio
    E’ vero dai video non si impara ad andare in MTB ma ci si corregge

    Rispondi
  4. Buongiorno sono di Genova, appassionato di questo sport stupendo mountain bike, lo pratico da diversi anni, mi piacciono i sentieri e le discese a livello amatoriale, non sono molto bravo specialmente nelle curve, ho una mountain bike gt force 2.0, acquistata da qualche anno mi trovo bene ma purtroppo sono caduto già da diverse volte, fortunatamente senza subire danni fisici solo graffi ammaccature varie… La mia età avanzata..67 anni…mi preoccupa un po, ma mi sento ancora giovane come un ragazzino, ho sempre voglia di andare per monti, discese, insomma percorsi non difficili per la mia età, la mia domanda ; come prendere coraggio nelle curve senza fermarsi..?..
    Grazie cordialmente saluto tutti gli appassionati della mountain bike.

    Rispondi
  5. Grazie Michele a maggior conferma del galleggiamento della 29 ti dico che l’anno scorso ho fatto la prova prima con la mia specialized front 26 sulla massicciata di una vecchia ferrovia a Casalbordino, poi ho ripetuto il percorso con una trek 29 front mi sembrava di volare e andare come sul selciato, senza correggere aderenze o altro. Interessante il compromesso della 27,5

    Rispondi

Lascia un commento