Le 3 dimensioni dell’efficacia nell’allenamento

Le 3 dimensioni dell’efficacia nell’allenamento

3 Dimensioni allenamentoQuando Saverio Ottolini mi ha proposto di sviluppare ROCKMASTER con degli indici di efficacia sono rimastro entusiata. La difficoltà di un biker che si allena é quella di capire se quello che ha fatto ha un senso. Se ha portato benefici oppure no. Se il tempo investito é stato proficuo oppure no. Tutto questo é certamente possibile grazie all’autovalutazione. Ogni sessione si ROCKMASTER si compone di una sessione di autovalutazione secondo 3 parametri

 

Cuore

ATTIVAZIONE FREQUENZA CARDIACA

La Frequenza Cardiaca è il parametro da noi utilizzato in ROCKMASTER per monitorare l’intensità di allenamento. La risposta della Frequenza Cardiaca è direttamente dipendente dal carico di lavoro svolto.

Esiste una correlazione molto stretta tra una intensità di lavoro e la Frequenza Cardiaca che si raggiunge a quell’intensità e per questo motivo impostiamo i nostri allenamenti con degli intervalli di frequenza ben determinati.

La Frequenza Cardiaca ha una attivazione molto differente nei diversi giorni di allenamento: dopo qualche giorno di riposo sale velocemente ed è molto “elastica” (varia in modo repentino il proprio valore in funzione dell’intensità del lavoro che stiamo svolgendo).

Se abbiamo effettuato allenamenti perticolarmente faticosi, o nei giorni successivi ad una gara, la risposta della F.C. è leggermente attenuata e sopratutto nelle prime fasi di allenamento è molto “lenta” (vi è una risposta sottostimata rispetto al carico di lavoro).

Se impariamo ad osservare la risposta della Frequenza Cardiaca potremo capire meglio come stiamo e potremo utilizzare questo parametro non solo come un indicatore per l’intensità di allenamento,ma anche come “misura” della nostra condizione metabolica generale.

Muscle

SENSAZIONE MUSCOLARE

Impostando una serie di allenamenti che prevedono sempre una prima fase di riscaldamento, una seconda fase con lavori specifici ed una fase finale di defaticamento impareremo in breve a riconoscere perfettamente la nostra risposta muscolare.

E’ normale che con allenamenti ripetuti in più giorni della settimana, sopratutto ad inizio riscaldamento si possa riscontrare un leggero indolenzimento e una capacità di spinta abbastanza ridotta.

Tali sensazioni migliorano con il protrarsi del riscaldamento e spesso una sensazione iniziale non ottimale si trasforma in un rendimento ottimale (grande forza e sensazione di potenza).

Altre volta capita invece che nonostante un buon riscaldamento, durante le fasi specifiche, rimanga una leggera sensazione di dolore muscolare e si avverte una ridotta capacità di “spinta”.

Spesso le sensazioni “negative” sono avvertite anche nelle ore sucessive all’allenamento e portano a grande rigidità muscolare.

Imparare a sentire ed osservare la nostra condizione muscolare è fondamentale per valutare il nostro livello di affaticamento.

Smile

RENDIMENTO GENERALE

Il rendimento di un’ allenamento può essere valutato attraverso molti parametri: per prima cosa abbiamo le sensazioni generali che ovviamente ci danno già un quadro molto preciso della nostra condizione.

Se durante i nostri allenamento utilizziamo spesso alcune salite, dopo qualche settimana di allenamento, potremo facilmente valutarei tempi di percorrenza in funzione del lavoro specifico che abbiamo effettuato.

Un altro metodo per valutare bene il rendimento generale è quello di osservare se riusciamo a svolgere correttamente e con la giusta forza nelle gambe anche gli ultimi lavori specifici di un allenamento mantenedo un ottimo rendimento per tutta la seduta.

SE TI VA DI CAPIRE COME USIAMO QUESTI TRE PARAMETRI PER AIUTARTI A MIGLIORARE CLICCA SULL’IMMAGINE CHE SEGUE E SCOPRI ROCKMASTER ALLENAMENTO ESTIVO MOUNTAIN BIKE

Box Rockmaster
The following two tabs change content below.
Michele Zanchin

Michele Zanchin

Classe 1976, sono un grande appassionato di Mountain Bike da oltre un quarto di secolo. Sono papà di due bellissime bambine, marito e manager. Mi piace il mondo della MTB con un particolare sguardo agli aspetti tecnici senza tuttavia esagerare. Gli articoli che troverai sono frutto di ricerche personali e di consulenze con affermati professionisti. Se lasci la tua email potrai ricevere newsletter con consigli da un appassionato come te.