Cosmobike 2017: cresce lo stile italiano

Cosmobike 2017 si conferma la fiera italiana della bici. Adesso vediamo il perché.

1 – L’accredito

Quest’anno il primo giorno di Cosmobike 2017 é il venerdì.

La fiera é stata allungata di un giorno e quindi adesso i giorni di esposizione sono diventati quattro da venerdì a lunedì.

Ottima scelta vista la presenza di eventi di rilievo ed operatori professionali che sarebbero stati altrimenti “schiacciati” dal fine settimana.

Non mancano gli amatori che comunque sono tanti….diciamo che un giorno di ferie per la propria passione sono davvero in tanti a prenderselo 😉

Noi come MTB Passione abbiamo fatto l’accredito stampa in maniera molto rapida. Bravi.

Accredito CosmoBike

2 – Organizzazione dei padiglioni di Cosmobike 2017.

I Padaglioni messi a disposizione di COSMOBIKE 2017 sono tra i migliori della fiera di Verona, il 6 ed i 9.

La logistica intesa come punti di passaggio é piuttosto buona ed é stato migliorata la divisione merceologica.

Area innovazione ben in vista.

Area turismo ben in vista.

Un ottimo passo avanti anche tendo conto che sono migliorate le aree demo esterne.

3 – Espositori: mancano i grandi marchi…..davvero?

Anche se mancano “i soliti” (Scott, Trek, Cube, Specialized, GT, Cannondale, Giant) abbiamo potuto apprezzare la presenza di Merida, Fuji, Norco, Kona e molti altri.

Il presidente della regione Veneto, Luca Zaia, durante la cerimonia di apertura ha ricordato che in questo settore nel solo Veneto di sono oltre 400 aziende.

E’ ragionevole pensare che a livello nazionale queste aziende superino il migliaio.

Si tratta quindi di un comparto importante che veramente merita una fiera tutta per se.

 

Zaia Cosmobike

4. Il Gravel e’ una realtà ed una sperimentazione

Lombardo Gravel ElettricaLombardo Gravel Elettrica: Top Design.

Una Gravel Full. Perché no?

5. Area Test

Ottima l’organizzazione dell’area test. Peccato per la pioggia del giorno prima che ha reso il fondo un pò…..dirt!

Cosmobike Area Test

6. L’affermazione dell’elettrico in tutte le sue salse

Bhoss: batteria e motore a totale scomparsa….ad 11.900 Euro

MoustacheLa bellissima Moustache

Whistle

Notevole anche la Whistle

7. Ma anche tante biciclette muscolari

La Terzarossa in versione “gentile” ossia senza motore elettrico.

Lo stand KTM

Lo stand Norco…a capanna!

Gli assi Olympia – Scapin

8. Anche i marchi storici della Bici da corsa si convertono alla MTB

9. Al Cosmobike si posso trovare anche bei personaggi.

Eccomi qua con Franco Cacciatori, l’uomo che in infradito e Graziella supera tutti i passi dolomitici.

Franco Cacciatori

10. Un Cosmobike 2018 ancora piu’ italiano

Credo che la missione di Cosmobike non sia quella di portare i grandi marchi ad esporre.

E’ praticamente impossibile “far cambiare idea” a multinazionali.

La missione di Cosmobike potrebbe essere quella di portare maggiori aziende italiane: artigiani, startup, innovatori, visionari e perché no….siti internet e blogger.

E se MTB Passione avesse il suo piccolo stand in fiera, passeresti a fare un saluto?

Cosa ti piacerebbe trovare?

Manca un anno alla prossima edizione ed il futuro é tutto da inventare.

The following two tabs change content below.
Michele Zanchin

Michele Zanchin

Classe 1976, sono un grande appassionato di Mountain Bike da oltre un quarto di secolo. Sono papà di due bellissime bambine, marito e manager. Mi piace il mondo della MTB con un particolare sguardo agli aspetti tecnici senza tuttavia esagerare. Gli articoli che troverai sono frutto di ricerche personali e di consulenze con affermati professionisti. Se lasci la tua email potrai ricevere newsletter con consigli da un appassionato come te.
2 commenti
  1. Avatar
    Pasquale dice:

    Non sono mai riuscito ad andare al CosmoBike, e purtroppo se mantengono le stesse date, il prossimo anno sarà in contemporanea alla 3Epic Mondiale….. Comunque sia, se riesco a venire e ci sarai caro Michele, passerò a salutarti senza ombra di dubbio.

  2. Avatar
    Stefano dice:

    Ciao Michele questa edizione personalmente è stata una delusione.
    Ero stato nel 2015 e allora era veramente completa in tutti gli aspetti è ricca di marchi blasonati. Non mancava nessuno all’appello. Molte le case che si sono buttate sull’assistita, del resto sarà il futuro. Sta di fatto che abbiamo completato la visita verso le 13, cosa che nel 2015 alle 16 ancora giravano per stand.

I commenti sono chiusi.