Il Check Up di inizio stagione

Check up uno strumento indispensabile per il nostro benessere.

Oltre a procede con il nostro programma di allenamento invernale, cosa possiamo e dobbiamo fare per preparare al meglio la nuova stagione?

Frequentemente, in questo periodo, l’attenzione dei ciclisti è rivolta unicamente alle novità del mercato, alle innovazioni tecnologiche, oppure agli sviluppi “di organico e organizzazione” di  team e gruppi sportivi agonistici ed amatoriali.

Non si presta dovuta attenzione alle cose veramente “indispensabili” ai fini di una performance sportiva ottimale: il proprio fisico ed il proprio mezzo meccanico.

Per negligenza o disinformazione difficilmente si effettuano i dovuti  “check up”  alla  “macchina umana”, e altrettanto raramente si controllano tutti i parametri che mettono in relazione “atleta & bici”.

Nel corso della stagione passata sia il nostro fisico che il nostro mezzo sono stati sottoposti a numerosi “stress”; verificare che tutto sia in condizioni ottimali prima di ripartire è doveroso, per non trovarsi a dover interrompere una preparazione appena cominciata!!!

Check Up

CHECK UP: I CONTROLLI MEDICI, FUNZIONALI e POSTURALI

I controlli legati alla fisiologia dell’atleta sono assolutamente i più importanti.

Oltre a rinnovare la visita medico sportiva, in cui viene effettuato un completo controllo della funzionalità cardiaca sotto sforzo, è assolutamente necessario effettuare degli esami del sangue.

Questi vengono effettuati obbligatoriamente solo dai professionisti.

Sono pochi gli amatori o i cicloturisti che effettuano annualmente tale controllo (cha andrebbe addirittura ripetuto con scadenza quadrimestrale).

Le analisi del sangue forniscono un altissimo numero di informazioni, che ci consentono di monitorare le risposte fisiologiche del nostro organismo in relazione a “stress” di diversa natura (allenamenti, eventuali malattie, carenze alimentari ecc.).

Anche se tutti i parametri analizzati vengono sempre forniti con precisi range di riferimento, le analisi devono sempre essere date in visione al proprio preparatore e al proprio medico sportivo.

Spesso esistono correlazioni tra diversi parametri che vanno approfondite, e che possono fornire informazioni molto importanti, che solo “personale qualificato” può valutare.

Sempre rimanendo in ambito “fisiologico”, è fondamentale effettuare un TEST DI VALUTAZIONE FUNZIONALE, soprattutto al termine del primo ciclo di preparazione invernale; questo ci permetterà di capire “a che punto siamo” e di lavorare meglio nei mesi successivi.

Tramite il test avremo a disposizione importanti indicazioni su come il nostro fisico ha perso, mantenuto o magari incrementato la nostra performance, e quindi informazioni PRECISE su come gestire la stagione successiva.

Con il passare delle stagioni, vi è un adattamento globale che porta ad un miglioramento complessivo di tutti i parametri funzionali, anche off-season.

Migliorano quindi i valori iniziali, diminuisce la differenza tra i picchi prestativi stagionali ed il livello basale, ma soprattutto migliora la capacità di adattamento del biker (maggiore capacità prestativa globale, maggior tolleranza al carico di lavoro, minor tempo per ottenere pari adattamenti).

L’atleta deve capire che il fine di un TEST non è sempre quello di ottenere “un RECORD prestazionale”, ma è quello di monitorare precise variabili in un momento preciso.

I dati ottenuti dai check up potranno essere comparati con tutti i test precedenti e forniranno una traccia fondamentale per l’elaborazione di un precisa e specifica preparazione.

The following two tabs change content below.

Saverio Ottolini

Preparatore atletico, specializzato in valutazione funzionale, fisiologia sportiva e recupero funzionale motorio nel suo centro di preparazione atletica Sport Attitude di Verbania ha preparato diversi campioni italiani del XC, Gran Fondo ed Enduro.

Ultimi post di Saverio Ottolini (vedi tutti)