650B – 27,5″: E’ sempre il telaio che fa la differenza

Qualche tempo mi sono espresso le mie perplessità verso lo standard 650B – 27,5″ delle nuove ruote per MTB a seguito della vittoria del campione del mondo Nino Shurter.

Per fortuna nel mondo siamo di tante teste e sembra che il mercato invece abbia recepito piuttosto bene l’introduzione delle 27,5″ visto che l’attuale offerta di MTB con il nuovo standard 650B comincia ad essere interessante.

Ho deciso così di ricredermi e ho voluto provare la nuova Ghost Cagua 6590 con ruote da 27,5″.

Premetto che ho un debole per il marchio Ghost perché a mio parere il rapporto qualità/prezzo dei prodotti é davvero ottimo. Nel breve test che ho fatto ho affrontato circa 1 KM di asfalto, 1 KM di salita su sconnesso, 1 KM di discesa su sconnesso ed ancora un ultimo KM di asfalto. Sicuramemente un percorso piuttosto breve per giudicare una bicicletta ma certamente abbastanza lungo per capirne le doti di massima. La sensazione su asfalto evidenzia che la Cagua é veloce e questo si percepisce dall’effetto volano delle ruote da 27,5″. Ebbene sì, appena un pollice e mezzo in più rispetto alle 26″ e l’effetto volano si fa sentire. Purtroppo non mi é stato possibile spingere la Cagua a velocità superiori su asfalto per mancanza della tripla. Sulla salita nello sconnesso la bici non mi esalta, anzi mi sembra faccia piuttosto fatica rispetto alla sorella AMR. Nella discesa la Cagua invece affronta bene lo sconnesso anche se questo sembra più merito delle coperture generose che sono le Schwalbe Nobby Nic da 2.35″ e dalla forcella che é una rispettabilissima Fox Float da 150mm che non delle ruote da 27,5″.

Insomma io la Ghost Cagua non l’ho trovata così scattante come una 26″.

Ho fatto una piccola ricerca sul sito di Ghost per vedere le geometrie della bicicletta e capire come mai le sensazioni che ho avuto sono state così diverse rispetto alla AMR della quale conservo uno splendido ricordo.

Il valore K che rappresenta il passo della bicicletta é di 1115 mm per la AMR e di 1159 mm per la Cagua. Ci sono quindi 44 mm di differenza tra le due biciclette della stessa casa. Questo valore gioca un ruolo importante sulla manovrabilità della bicicletta e sulla sua stabilità. Credimi che oltre 4 cm di passo su una MTB non sono pochi. Hai mai provato ad abbassare la sella di oltre 4 cm? Ti sembra di pedalare uguale? Con questo ti voglio dire che é estremamente importante provare le biciclette prima di acquistarle soprattutto se si tratta di una spesa importante. Non ti lasciare influenzare da quello che scrivono le riviste perché le biciclette sono testate da professionisti che sanno scindere gli aspetti tecnici da quelli personali.

The following two tabs change content below.
Michele Zanchin

Michele Zanchin

Classe 1976, sono un grande appassionato di Mountain Bike da oltre un quarto di secolo. Sono papà di due bellissime bambine, marito e manager. Mi piace il mondo della MTB con un particolare sguardo agli aspetti tecnici senza tuttavia esagerare. Gli articoli che troverai sono frutto di ricerche personali e di consulenze con affermati professionisti. Se lasci la tua email potrai ricevere newsletter con consigli da un appassionato come te.
1 commento

I commenti sono chiusi.