I 3 comuni errori dell’allenamento “Off Season”

Con il periodo freddo dell’anno alle porte, voglio condividere alcuni suggerimenti per rendere i tuoi allenamenti efficaci e per farti evitare alcuni banali errori che spesso rovinano ogni tuo sforzo.

Come già avrai capito, al termine della stagione più calda, dovrai escogitare un piano di allenamento intelligente, che ti consenta di non rendere vane tutte le fatiche spese nei mesi più miti.

Troppi biker si bloccano in un circolo vizioso che li porta a non migliorare le prestazioni, anno dopo anno, e i motivi si possono racchiudere in questi 3 principali errori comuni che spiegherò tra un attimo.

Evita questi tre errori e sarai un biker migliore.

Quando vai a pianificare il processo di allenamento Off Season puoi incappare in alcuni dettagli che ti possono sembrare piccoli e insignificanti, ma che possono ritorcersi contro di te, vanificando i tuoi sacrifici.

Niente è più triste e deludente che non osservare il minimo miglioramento, nemmeno dopo tante ore e mesi di preparazione atletica.

Ma oggi voglio aiutarti, spiegandoti nel dettaglio cosa NON devi fare:

Errore n. 1 – Non creare mai un “Off-season”.

Per prima cosa voglio definire il concetto di “Off Season”.

Per me questo binomio indica semplicemente il periodo dell’anno in cui le priorità di un atleta si modificano, concentrandosi essenzialmente verso un aumento della forza fisica e della capacità potenziale.

Potremmo tradurlo come la stagione dello stacco.

Anche se pedalare all’aria aperta tutto l’anno potrebbe sembrare un’ottima cosa in un primo momento, ma c’è da dire che anche i ciclisti più fortunati, che vivono in zone calde che non vedono mai l’inverno, hanno bisogno di spendere un paio di mesi concentrandosi sul miglioramento della loro mobilità di base, della forza e delle abilità specifiche.

Questo non significa non uscire mai in bici, ma dovrai limitare le corse; questo sacrificio ti ricompenserà negli anni.

Errore n. 2 – Fare troppo sforzo di tipo cardio

Questo sembra quasi un paradosso, me ne rendo conto, ma è il motivo principale della mancata crescita atletica di tanti sportivi.

Facciamo un esempio: se al termine di una bella corsa ti ritrovi a sbuffare e annaspare sembra ovvio sia necessario fare un sacco di cardio durante il fuori stagione, giusto?

Non é proprio così.

C’è una certa differenza tra cardio e resistenza, e la parte cardio è solo un elemento in una miscela molto più grande e complessa.

Ora, non sto affermando di togliere dal tuo programma qualsiasi esercizio di tipo cardio, ma non devi fissarti solo su quello.

Nella fase iniziale dell’ Off Season devi concentrarti particolarmente sul miglioramento della mobilità e sul ripristino della qualità del movimento, obiettivo difficile da raggiungere registrando troppe ore in sella alla tua MTB.

Durante la bella stagione passerai di certo parecchie ore correndo in bici, e questo tipo di esercizio conta come fare cardio.

Spesso un calo delle prestazioni a fine stagione non è causato dalla parte cardio, bensì da un’importante erosione della forza e della mobilità di base.

Prenditi del tempo per costruire un movimento ideale e la resistenza durerà più a lungo, per tutta la stagione, e ti aiuterà anche nelle pedalate finali durante le gare.

Errore n. 3 – Utilizzare un programma non progettato per le esigenze uniche della MTB

Questo è sicuro: la mountain bike è uno degli sport più duri e più unici sul pianeta.

Non si tratta di “guida su strada sterrata” o “fare moto cross senza un motore” e richiede un pacchetto incredibile di fitness e di competenze.

Ricercare idee e consigli da preparazioni atletiche dedicate ad altri tipi di sport non è del tutto sbagliato, ma applicare su te stesso programmi di allenamento alla cieca prendendo spunto da uno sport che solamente assomiglia al tuo è sicuramente un grosso errore.

Certo, può essere meglio di niente, ma se vuoi ottimizzare il tuo tempo di allenamento, allora è necessario utilizzare un programma che comprenda tutti i modi per aiutarti a pedalare più velocemente in pista, sulla strada o sullo sterrato.

Dal momento che la mountain bike tende a portare nel tempo certe disfunzioni del movimento e debolezze dal punto di vista cardio, ecco che già hai scoperto i punti più importanti sui quali basare l’allenamento.

Avrai anche bisogno di mantenere l’equilibrio e non trascurare gli altri movimenti e tipi di fitness, e sarà proprio questo il programma di training perfetto per il ciclista MTB.

Quindi, in breve, devi prevedere un allenamento fuori stagione in cui non basta concentrarti su esercizi cardio o utilizzando una pratica studiata per altri sport.

Usa questo periodo per migliorare la forma fisica e le abilità, nel complesso, dando priorità a quei tuoi difetti che vuoi realmente correggere per la prossima stagione di gara.

Vuoi evitare questi 3 errori?

Noi abbiamo pensato ad un prodotto per te.

Clicca sull’immgine per i dettagli.
Formula Sedici Bundle

The following two tabs change content below.
Classe 1976, sono un grande appassionato di Mountain Bike da oltre 15 anni. Sono papà, marito e manager e quindi il mio approccio MTB è di tipo scientifico perché mi trovo sempre nella difficoltà di coniugare la passione per la bici con gli impegni lavorativi e la famiglia.