29 vs 27,5 la partita e’ aperta

Le ghostcagua650b2ultime fiere della bicicletta hanno dimostrato come di fatto la 29” abbia soppiantato la 26” nel campo delle hardtail.

Le 27,5 che sembravano un esperimento mal riuscito lo scorso anno si sono di fatto imposte nel mondo delle full.

Ho dovuto ricredermi riguardo a quest’ultime quando ho provato la CAGUA 650B.

La bici in questione è stata tra l’altro testata anche da 365 Mountain Bike Magazine ad Agosto. Leggere per credere.

Le 27.5 hanno i seguenti vantaggi:

1. Superano le rocce e le radici più facilmente a causa della circonferenza più ampia di una 26 ”

2. Percorrono una distanza leggermente superiore ad ogni giro del pedale rispetto ad una 26” quindi sono un po’ più veloci.

3. Fine dei vantaggi

Le 27,5 hanno i seguenti svantaggi

1. Pesano leggermente di più delle 26” (anche se sono più leggere delle 29).

2. Il maggiore diametro implica il fatto di avere un cerchio più resistente e quindi più pregiato.

3. Fine degli svantaggi.

La domanda che tutti i biker si pongono adesso è 27,5 oppure 29?

Se escludiamo le hardtail dove la partita è già stata chiusa dalle 29” cosa possiamo dire del confronto 27,5” e 29” nelle full?

Parliamo di altezza del biker?

Oppure parliamo di escursione degli ammortizzatori?

Oppure parliamo di percorsi?

Tutte queste domande pur essendo ragionevoli sulla carta non trovano fondamento nella pratica: lo dico per riscontro diretto ed adesso ti spiego il perché.

Altezza del biker

Ho un amico che è alto 1,95 ed ha una full da 180mm con cerchi da 26” e mi ha detto che ha comprato la bicicletta sbagliata (marca molto nota) perché è troppo lunga, fa fatica a salire ed anche a scendere. Secondo te cosa ne pensa lui di comprare una full da 180mm con i cerchi da 27,5” oppure da 29” come alcune ultime novità? Si tiene cara la sua bici per non peggiorare le cose.

Escursione degli ammortizzatori

Esistono 29” con escursione 180mm. Fine della storia. L’escursione non è più una discriminante in quanto non è più valida la regola grande escursione ruota piccola.

Percorsi da fare

Avrai sicuramente letto qualche articolo che ti dice: se fai single track prenditi quella bicicletta mentre se fai giri lunghi prenditi quell’altra. Se seguissi quello che è scritto in questi articoli dovresti avere almeno 10 MTB in garage. Se vai in MTB come me è perché ti piace girare e scoprire luoghi e posti nuovi e non perché giri in un cerchio di 3KM da casa tua. Quindi come puoi pianificare per bene quali percorsi vuoi fare?

Morale della favola?

A mio parere l’unica vera discriminante è la geometria. Ho provato decine di MTB e posso dire che mountain bike che sulla carta erano pressoché identiche in sella erano completamente diverse. Il tutto si accentua maggiormente se parliamo di full. Quello che ho intenzione di fare (se mi riesce) è di aggiungere un capitolo alla guida all’acquisto dedicato alla comprensione delle geometrie.

Tu cosa ne pensi?

Hai provato anche tu bici che sulla carta erano simili e poi in sella erano completamente diverse?

Pensi che le discriminanti che tutti ti dicono siano solo fregnacce come la penso io oppure no?

Avere un tuo commento mi farebbe molto piacere, grazie

The following two tabs change content below.
Michele Zanchin

Michele Zanchin

Classe 1976, sono un grande appassionato di Mountain Bike da oltre un quarto di secolo. Sono papà di due bellissime bambine, marito e manager. Mi piace il mondo della MTB con un particolare sguardo agli aspetti tecnici senza tuttavia esagerare. Gli articoli che troverai sono frutto di ricerche personali e di consulenze con affermati professionisti. Se lasci la tua email potrai ricevere newsletter con consigli da un appassionato come te.

35 commenti su “29 vs 27,5 la partita e’ aperta”

  1. Salve pedalo da diversi anni per divertimento stando però molto attento al mezzo meccanico, per me una passione che affianca il ciclismo. Ho iniziato con una bici top di gamma ma ancora in alluminio del tipo front,( da 26) poi invogliato dalle riviste, alcuni anni dopo mi sono regalato una full (epic) in carbonio, prima dell’acquisto il sivende mi ha dato in test per due settimane il modello da 29 , l’ho trovata molto scorrevole sullo sconnesso ma a mio personale giudizio anche molto AUTOBUS, quindi privilegiando il divertimento reattivo ho acquistato la 26..purtroppo come scriveva qualcuno qui sopra, il mio gruppo privilegiava le front e quindi spesso mi ritrovavo ad arrancare per ultimo….(il confronto con gli amici secondo me va considerato come parametro e non competizione agonistica)..stufo di faticare solo per tenere il passo ed approfittando di uno scambio alla pari, ho sostituito la bici con una front americana di altissima gamma..carbonio compresa forcella e cerchi sempre in carbonio da 26 e peso inferiore agli 8kg…qui ovviamente il peso e la rigidità della bici mi hanno fatto fare un balzo in avanti e trovarmi a parità di fatica sempre tra i primi del gruppo..( grazie al mezzo azzeccato per il nostro gruppo di pedalata) ..col passare del tempo ed incuriosito da questa guerra di misure ho montato delle ruote da 27,5 sulla bici aumentando in tutto circa 100 grammi rispetto al peso di quelle precedenti, bene le mie impressioni sono state di un buon aumento di scorrevolezza, e un miglior controllo sullo sconnesso, sopratutto il posteriore salta meno sulle pietre sopratutto nel pedalato in piedi, ho cmq riscontrato un freno nei rilanci ( le mie ruote pesano 1320 grammi non oso pensare a ruote più pesanti che effetto volano si riscontra) nel complesso, confrontando la stessa bici, uguale sia nel peso che nei componenti, ma con il solo cambio di diametro di circa 3 ho riscontrato si un miglior scorrimento, ma già un rallentamento nella reattività, ritengo la 29 un ottima bici per quelle persone che prediligono le lunghe pedalate su sentieri tendenti al tuoring le 27,5 per un che di misto ..e le full per ciò che rimane più impegnativo..ed ad ognuno ciò che più piace …evviva il poter essere diversi!!!

  2. Facciamo un test
    – Meglio una rigida, una front o una full suspended?
    – Meglio il gommone o il motoscafo?
    – Meglio la doccia o la vasca?
    – Meglio le brune o le more?
    – Meglio l’inverno o l’estate?
    – Meglio il vino rosso o quello bianco?
    – Meglio il prosciutto crudo o quello cotto?
    – Meglio la strada o la mountain bike?
    – Meglio una 26, una 27,5 o una 29?

    Sostituiamo la parola meglio con una di queste frasi a scelta:
    – Mi piace di più
    – Mi trovo meglio
    – E’ più adatta/o al mio utilizzo
    – Fa più fico

    Senza considerare che è difficile fare valutazioni “serie” ad esempio mettendo a confronto (esagero) una 26 da supermercato, con una BMC 29 top di gamma. Oppure, viceversa con una 29 entri level da 14kg ed una Scott 26 top di gamma

    Io posso solo dire che molto probablmente mi assemblerò una 27,5″ con forka rigida e ruote in carbonio (Full carbon)
    Perchè?
    Perchè mi va….. e mi piace l’idea di questo esperimento. In fondo non devo mica vincere la coppa del mondo. Solo pedalare cercando di compensare la fatica con il divertimento…

    Buone pedalate a tutti e che la notte vi porti consiglio 🙂

  3. Felice possessore di 26 AM top di gamma .. presa usata ad 1/4 del costo di una 27.5 o 29 .. se mai dovessi trovarmi nella necessità di cambiare bika .. penso che prenderò di nuovo una 26 AM top di gamma usata .. ad 1/8 del costo di una 27.5 o 29 .. quello che veramente conta in discesa è il manico del pilota .. e per chi ama pedalare .. la GAMBA !!!

  4. Ho letto tutti i commenti e vorrei solo aggiungere che, come già altri hanno sottolineato, trattasi solo di marketing. Sarà che ci sono tutte queste buone impressioni cambiando i diametri delle ruote ma io….sono dubbioso. Quello che conta è la geometria della bici, i materiali, la giusta posizione in sella, la tecnica e per molti di noi che non fanno gare questo spaccare il capello in 4, questi lambiccamenti su valicamenti più facili di radici, pietrette, scatti veloci ecc…non hanno semplicemente molto senso. I produttori di bici non presentare ogni anno novità paragonabili alle aziende che producono software, automobili, aerei. Insomma, la bici è una bici con pochi componenti (migliorabilissimi e sempre più leggeri se possibile) ma se siamo arriviamo a definire "novità" i cambiamenti di "pollici" nel diametro delle ruote per vendere più mtb allora aspettiamoci la prossima diatriba: meglio 30,5" o 28 e 3/4? Mah!

  5. se può essere di aiuto a qualcuno espongo le mie impressioni, è da molti anni che vado in bici ho posseduto sempre bici da all mountain-enduro, da tre anni uso le 29er full con molta soddisfazione. Sotto insistenza del mio sivende mi ha messo a disposizione la sua santacruz bronson C con ruote 27,5 che dire la differenza con una 29 si sente e si sente anche la differenza con una 26, ora come ora dovendo cambiare bici non sò quello che farei se ritornare "indietro" o se restare in 29.  Questo nuovo formato mi ha dato delle belle impressioni, credo che se il futuro mio acquisto ricadra' sul nuovo formato non rimpiangerò la 29er per i miei soliti giri e percorsi.

  6. ciao a tutti vorrei contestare quanto molti sostengono che si tratta tutto di trovate commerciali!! … dipende da quanto una marca investe in ricerca e sviluppo rispetto ad altre e poi le cannondale con lefty non si discutono… sono un utilizzatore di flash hm 2 con lefty e ruote da 27.5″ e non ritornerei piu su altra forcella doppio stelo e sulle 26″ !!… comunque non siamo tutti uguali x stile tecnica gusti capacità… pertanto ben venga questa possibilità di trovare il prodotto piu adatto a ciascuno di noi (RICCARDO FACCIO WINDSURF ANCHE IO DA + DI 20 ANNI!! ed in parte hai ragione!!).Dopo tante chiacchere da bar ma anche con contenuti tecnici auguro a tutti belle pedalate e finchè tornate a casa con il sorriso stampato in faccia allora l’obbiettivo è raggiunto !!!… ciaoooooooo

  7. Ciao Michele, pensa volevo chiederti un parere visto che l’anno prossimo vorrei acquistare la bici nuova.
    Faccio circa 15 gare tra gf e cross country all’anno e posseggo una 26′ in alluminio. Leggendo il tuo articolo mi sono ancor di più imbrigliato le idee se optare per la 27,5′ o 29′.
    Che fare????????? chiedo lumi ciaooooo!!

  8. Ho letto con attenzione tutti i commenti e devo dire che sulla questione 26 , 27,5, 29 sono sempre più confuso. Se pensiamo poi ai telai Dio ce ne scampi.
    lLa MB quando ho iniziato io 40 anni fa era di un tipo solo in alluminio made in Taiwan ed eravamo tutti contenti
    perché scoprivamo un modo e un mondo nuovo con la bici.
    Oggi come in tutto ,siamo bombardati dal consumismo e io per primo continuo a cambiare preda del mio rivenditore.Ho persino provato la Cannondale con una forcella ,mollata dopo un mese.Aspetto La Vs. guida all’acquisto per capirci di più. Intanto pedalo sulla mia 29 con telaio in titanio e mi diverto sulle colline Novaresi.
    Un caro saluto alla Vs.organizzazione molto efficiente.
    Aldo

  9. Ciao, personalmente non so dire quale sia meglio tra 26/27.5/29.
    La sparo grossa, ma infondo è così che la penso:” per me questa storia delle 29 prima e delle 27.5 poi è solo una trovata commerciale per far cambiare bici e muovere per bene il mercato che altrimenti, senza novità di rilievo, a lungo andare correrebbe l’inevitabile rischio di incappare in una stagnazione sistemica. Io ho tre bike e tutte da 26! Bello sfigato vero? Un pò visto che le ho acquistate tutte dal 2011 al 2013. L’ultima è una enduro, quindi il formato 26 per quella bici va benissimo ma le altre due sono una cross country ht e una trial full. Quando le ho acquistate le 29 iniziavano ad affacciarsi sul mercato e le ho anche provate per poter decidere meglio quale misura prendere. Decisi per le 26 perchè la 29 mi diede delle brutte sensazioni e poi essendo un formato agli inizi non ero poi così sicuro che avesse un futuro, e poi….l’estetica..le 29 sono proprio sgraziate e sproporzionate! Oggi posso dire che ho sbagliato l’acquisto? In parte forse si, ma quando esco con dei biker’s dotati di 29 in alcuni percorsi loro vanno meglio in altri vado meglio io..quindi? Quindi, alla fine mi tengo le mie 26, le sfrutto sino alla fine e poi al momento di cambiare vedrò cosa offre il mercato! Buone pedalate a tutti!

  10. Ho una 26 da tre anni (nevi)di cui ne vado molto fiero come guida nei tratti tecnici e impareggiabile sia salita che discesa ,partecipo a molte gare xc e marathon dove purtroppo ho visto che il dislivello con le 29 diventa incolmabile sui single track qualcosina ancora rosicchio ma su discese e salite con ostacoli non ce’ storia le 29 la fanno da padrone ,perciò se voglio continuare ad essere competitivo(divertendomi)entro l’anno dovrò acquistare una 27,5 (sono alto 1,63) che ho provato e il gap con le ruotone si assottiglia di molto.

  11. ho usato una 26 per diversi anni, poi sono passato a 29,la fortuna è stata quella di aver azzeccato la geometria giusta, in quanto a superamento di percorsi impegnativi, non c’è storia,la my29k è superiore
    alla 26 in tutto,magari lo spunto è leggermente inferiore, ma si riprende
    velocemente,ho riprovato la 26, e non tornerei indietro.

  12. 27.5!!! Senza dubbio. Le 29 top di gamma di una nota marca del Wisconsin, mi hanno dato sicurezza per l’ attacco in salita o i gradoni ma come agilita’ siamo pari a… 1.Pensavo peggio onestamente! Sono (piccolo) 1,75 quindi non adatto ai telai enormi ma se vieni dall’ enduro spinto con una lapierre 516 da 26′, provare a pennellare in discesa con le 29 è impensabile. I salti non ne parliamo. Per mangiarsi tutto sull’ xc veloce ok per il tecnico no. Le 27.5 credo siano l’ evoluzione della specie (spicy) !!!
    Eppoi se spendo 2 o 3 mila euro per una bici che sia almeno bella, considerando i malumori che questa scelta in famiglia impone. Le 29
    non lo sono! Le 27.5 sì.
    Parere personale.
    L’importante è andare! Forte!
    Ora vado. Ride and dare!

  13. Leggendo di tutto e di più da avri anni, mi convinco definitivamente che la telenovela 26-27,5-29 ha un’unica spiegazione, quella più banale, quella da bar sport, se volete.
    Sono state buttate sul mercato tutte queste varianti per indurre gli appassionati a sostituire velocemente il proprio mezzo, magari acquistato 3-4 anni fa e magari spingere qualche fan fuori di testa a mettersi in garage più di una bici.
    In questo senso la 29 e la 27,5 sono diabolicamente geniali: le ruote più grandi pesano di più, quindi occorre fare un maggiore lavoro di alleggerimento per avre bici che pesino come le 26, tutto a favore del prezzo più alto, ovviamente. L’appassionato acritico ne prende semplicemnte atto e, anzi, va fiero di aver speso 3000 euro per una bici che l’anno prima avrebbe pagato 2000 e i venditori ringraziano… come sempre.

  14. Carissimo Michele, non ho letto tutti i commenti per motivi di tempo, ma ho una piccola idea di come la pensa la gente. In passato ho fatto regate di windsurf, e ancora pratico con passione questo sport. La cosa ricorrente in tutti questi anni è stata questa: quasi tutti si adeguavano ai prodotti offerti, e quasi tutti non erano in grado di sfruttarli. Io sono andato con tavole economiche, spesso usate, ed alcuni idioti mi hanno anche deriso. Poi la prova dell’acqua: io andavo meglio di loro che avevano tavole in carbonio che costavano 3 volte più delle mie. Con questo? Vorrei solo dire che, prima di comprare la bici: 1-Pensiamo bene alle nostre capacità. 2-Se possibile proviamo, indipendentemente da 26, 27.5 o 29. 3-Rendiamoci anche conto che per divertirci non abbiamo bisogno dell’ultima moda proposta dal mercato, ma abbiamo bisogno del prodotto che più si adegua alle nostre capacità ed al nostro stile di guida. Non siamo noi a doverci adeguare a lei, ma è la bici che deve essere adatta alle nostre caratteristiche. Buone pedalate a tutti.

  15. Io sono in attesa di provare sia una 27,5 che una 29, credo però che molto dipenda dalla geometria del telaio per quanto riguarda reattività della bici, ho notato che a vista d’occhio alcuni modelli si distinguono di più rispetto ad altri per dimensione pur montando ruote dello stesso diametro, quindi penso che come la sella di una bici anche il telaio debba calzare alla perfezione con il proprio fisico…

  16. Leggendo i vostri commenti, mi vien da dire che sull’ argomento sia già stato detto molto..anzi…praticamente tutto.
    Ma lo volete il parere di un vecchietto (48 anni) ?
    Sapete perchè non comprerò mai una 29 ?
    Perchè sono brutte !!!
    Sono sgraziate, esteticamente inguardabili e se poi sulla sella ci sale un “Brunetta”, rasentiamo il ridicolo.
    Signori !!!! Anche l’ occhio vuole la sua parte !!!
    Ma vi vedete andare al bar in sella ad una Ritchey P29 piuttosto che su una mitica Ibis Mojo SL ?
    Ma per favore !!! Non vi si fila nessuno !!!

    A parte gli scherzi…probabilmente sono la persona meno adatta ad entrare in discussione (pedalo da soli 2 anni), quando comprai la mia attuale MTB (Focus Black Forest 2.0 CARBON 26″), tutti i negozianti mi sconsigliarono la 29″….vuoi per la mia statura (non sono un gigante….1,77), vuoi probabilmente perchè il mercato non era ancora maturo del tutto, sicuramente non dovevano per forza vendermi un fondo di magazzino (la bici la ordinò dopo il versamento di una caparra), fatto stà che di lì a pochi mesi, il fenomeno 29″ esplose in tutta la sua grandezza.
    Pentito della scelta ?
    Assolutamente no….non sono un atleta, non faccio gare e, sopratutto, non mi fiondo sulla ciclabile a 35 Km/h come sempre più spesso mi capita di vedere, diversamente mi sarei comprato una Pinarello Dogma, ovviamente con ruote da 28″ !!! 🙂
    Le 27,5 ” ?
    Le ho viste in fiera a Padova….bellissime….nulla da dire ma quei telai non avrebbero sfigurato nemmeno con le ruotine da 26″.
    Le ruote intermedie sono veramente più efficaci delle piccole ?
    Probabilmente sì ma a me sembra più che altro una manovra di marketing, finalizzata a non perdere gli anni di progettazione dedicati alle ultime evoluzioni delle 26″, che poi per forza di cose si sono ribaltati sulle 27,5″.
    Conclusione ?
    Alla mia età comincio ad accusare qualche male di schiena, probabilmente a breve acquisterò una Full, quasi sicuramente sarà quella splendida Ibis Mojo SL che il mio “Sivende” ha in vetrina da un paio di anni.

  17. Io avevo una front 26″, a febbraio di quest’anno l’ho cambiata con una front 29″ e devo dire che sono pienamente soddisfatto del cambio. In salita la 29″ supera molto meglio gli ostacoli (io uso l’artificio di bloccare la forcella, trovo che vada meglio), in discesa mi sento più sicuro. Sono alto 1,80 quindi non sono un gigante, ma la 29″ mi va benissimo.

  18. Ciao Michele insieme a tutti gli appassionati
    Preciso che è la mtb è entrata nelle mie passioni solo da 6 anni, però mi sento di dire che la motivazione ed il divertimento ti portano ad utilizzare qualsiasi mezzo, ho faticato poco a vedere che la tecnica di guida e l’allenamento incide Tanto,soprattutto quando finisce la Benzina e la Stanchezza prende il sopravvento, personalmente ho provato una Front top di gamma 29″ in carbonio , la scorrevolezza mi ha veramente colpito sui terreni compatti ed in salite progressive ,mentre nelle salite, discese tecniche e nello stretto mi tengo la Mia Epic 26″ con la rapportatura corta e solo 100 mm che sfruttati al max sono veramente Buoni , il resto devono farlo le gambe anche in discesa!!!
    Il giudizio sintetico che posso dare è la mia preferenza per la full se non hai pretese cronometriche ,voglio vedere anche fra 5 anni come si comportano i giochi e le torsioni delle 29″…

  19. E’ già stato detto quasi tutto, però credo che una testimonianza in più, non sia dannosa per chi si vuole fare un’idea. Premetto che io ho 2 26″ agli antipodi(FR 180/180 e Hardtail 100), ho provato la 29″ XC full ma non come avrei voluto (era un po’ grande il telaio) e non ho mai avuto esperienze sulle 27,5″. Comunque la 29″ è di un mio amico che prima aveva una 26″ hardtail, lui è 10 cm più alto di me, nel passare alla 29″, mi dice e io me ne accorgo, che si sente di volare rispetto a prima, pure in discesa, anche perché ora ha una full! Siamo ciclisti all’incirca dello stesso livello, anche se con caratteristiche diverse, paragonando le differenze che la 29″ ha introdotto nel nostro modo di spassarcela, visto che io sono rimasto alla 26″, abbiamo notato che con questa 29″, nei pedalati veloci è diventato un razzo! Negli sterrati lanciati, abbastanza scorrevoli, con curvoni ampi, ormai riesco a stargli dietro a fatica, e ci riesco solo perché nella mia XC ho una corona 44 (lui 42) e io e la mia bici pesiamo meno. Nelle salite dure e tecniche, se non ci sono curve troppo strette e non sono troppo “verticali” (perché la sua bici pesa 13,5 Kg) sale benissimo, agile, considerate che io salgo con una front e lui con una full. In discesa, nei percorsi di puro xc (no FR o anche enduro), sempre se non ci sono curve troppo strette, scende veloce, essendo con una full se la cava pure meglio. Io però, con la 26″ spesso mi sento avvantaggiato, intanto perché pesa meno e in salita faccio meno fatica di lui, anche se la sua salita sembra più pulita, poi appunto nei single track tortuosi, dove la 29″ risulta ingombrante, più è bassa la velocità e più patisce, io curvo meglio, posso piegare di più… Insomma la differenza tra 26″ e 29″ sembra essere tanta, ovviamente sono d’accordo con chi dice che ci si diverte con tutte e tre le categorie, che non si può dire meglio o peggio, bisogna valutare intanto che tipi di percorsi si fanno di solito, o meglio, con che tipo di percorsi preferisci divertirti, cmq i percorsi dalle mie parti sono molto tecnici, rocciosi, e io e il mio amico, stiamo potendo tranquillamente continuare a fare qualunque tipo di uscita in bici, assieme. Questo non si può fare, ovviamente, quando per qualche guasto alla hardtail, sono costretto a uscire con la FR assieme a lui, non troviamo un percorso per poterci divertire entrambi, con 2 bici così diverse, uno dei 2 è sempre pesantemente penalizzato.

  20. Sono diversi anni che faccio MTB mi piace faticare in salita per poi sganasciarmi in discesa.
    Ho iniziato negli anni ’90 con una rigida in acciaio, poi sono passato ad una specialized full da 100mm in alluminio, quindi una Cannondale Prophet da 140 e finalmente nel 2008 sono passato alle 29″.
    Ora ho due bici, una front 29 SS a cinghia in acciaio e una Niner Rip 9 con 140 davanti e 120 dietro.
    Sono alto 1.80 e peso circa 85 Kg.
    Tipicamente uso la SS quando esco con la mia ragazza che odia le salite e non è molto tecnica, facciamo cross country easy su lungofiumi o sentieri di altopiano in montagna. Quindi dislivelli molto contenuti, nessuna ansia agonistica, semplicemente pedalare per il gusto di stare in mezzo alla natura ma anche per molte ore per volta.
    Lei è alta 1.67 e pesa 52Kg, con la 26 non aveva nessun problema ma quando le ho regalato la 29 front da 100 taglia S mi ha ringraziato. A suo parere si sente più nella bici che sulla bici e non ha più paura di fare catapulte sull’impuntatura della ruota davanti perchè le risulta molto naturale andare fuorisella per bilanciare. Oltretutto adesso adora i tratti anche sconnessi a rapido scorrimento in quanto la ruota da 29 si mangia di tutto senza perdere troppa inerzia.

    La Rip la uso tipicamente per percorsi All Mountain quando esco da solo o con qualche amico. A mio modesto parere la 29 ha solamente vantaggi per il tipo di escursioni che faccio io: grande grip e stabilità in salita, esagerata scorrevolezza nei mangia e bevi, incredibile feeling sui ghiaioni e sbrecciati tipici delle prealpi, sicurezza e comfort estremo sui passaggi più tecnici (rock gardens, gradoni di mulattiera, guadi di ruscelli).

    In quanto alle escursioni anteriori è generalmente accettato che una front 26″ da 120 è equiparabile ad una da 100 per le 29″ come prestazione assoluta. Ovviamente se in testa si ha in mente di fare drops da 1 mt bisogna scalare su escursioni più importanti (sia per le 26 che per le 29).

    Ritengo che la grande differenza la faccia sia la geometria (non tutte le 29 sono nate uguali) che i materiali.
    Ovvero, geometrie tipiche di Niner (ovvero molto aggressive e race) riducono il gap di reattività tipicamente riscontrato tra 26 e 29 ma rendono la bici un pelo meno comoda sulla lunga distanza. Geometrie meno spinte aumentano il gap di reattività ma altrettanto incrementano il comfort generale di marcia.
    Materiali: sulle 29 un aspetto fondamentale lo ricoprono le ruote. In primis per la maggior massa rotante, che se da un lato facilita l’effetto giroscopico aumentando la stabilità, dall’altra sono il primo problema in termini di rigidità. Quindi per avere una prestazione comparabile con le 26 è necessario spendere di più.
    Forcella: solo recentemente le forcelle da 29″ a media/alta escursione (120+) hanno raggiunto un livello tecnico che permette di sfruttare a pieno tutta la corsa attiva con parametri di rigidità torsionale paragonabili alle 26 senza avere una zavorra in termini di peso esagerata.

    Per quanto riguarda le 27.5 non ho pareri a riguardo, mi sembra piuttosto un’operazione di marketing sviluppata per intercettare chi ha sempre usato le 26 anche per ragioni agonistiche limando lo scalino di passaggio da 26 a 29.

  21. Mi rispecchio al 95% in quello che ha scritto Paolo anche se tutti sono accreditati del proprio curriculum. Ho una 26 allmountain 140 full con cui mi scasso tutto in discese tecniche enduristiche più adatte ad una 160 più però per mancanze tecniche personali….il resto è che credo che ognuno poi per svariati motivi come il gusto la moda il portafoglio la voglia di primeggiare età etc cerca nella novità il suo ego. La 27.5 comunque per me che come nel proverbio dice la verità ….sta nel mezzo…..PQM comprerò una 27.5 …….buone pedalate e divertimento ciao ciao!!!!

  22. Ciao, sono passato alla 29 front dalla 26.
    Prima non l’avevo mai provata. Ogni tanto penso che forse dovevo rimanere alla 26, perché l’altra paga qualcosa in salita e forse qualcosa nello stretto tecnico.
    In verità con la 29 riesco a fare tutto quello che mi piace, anche lo sterrato più complicato in discesa ed in salita, nello stretto e nel veloce. Per scegliere bene bisogna provarla prima per conoscerla, adesso mi sono abituato e per me la 29 va benissimo. saluti

  23. Ricordo giusto perchè la partita della hardtail è chiusa dalle 29 che il mondiale xco ed l’italiano xco sono stati vinti da una 27.5 (e le olimpiadi da una 29, ma full…)

    poi direte pure che nino vincerebbe anche con una graziella… forse con una graziella si, ma con una 29 no.

    Ciao.

  24. vado in mtb dal 1987, nel ’91 ero al Ciocco per i secondi mondiali mtb e da allora mi porto dietro la bici che ha vinto quell’edizione con J.Attack Tomac: una Ritchey in acciaio con forcella Marzocchi.
    Quindi sono nato con la 26″. Qualche hanno fà ho comprato una front sempre 26″ top di gamma (ma top top)in carbonio, ma devo dire che come mi sento sulla vecchia Ritchey…
    Esco spesso con un amico che ha cominciato da poco, l’anno scorso ha preso una 29″ e da allora i distacchi si sono quasi annullati, quando prima dovevo sempre aspettarlo.
    Sui percorsi facili, non credo ci sia storia, la 29″ a parità di pedalata, sviluppa più strada e il maggior peso non vuole dire niente, basta una borraccia in più ….
    Sullo stretto invece, trovo la 26″ avanti, d’altra parte ci sarà stato un motivo per cui la mtb è stata inventata con la 26″?
    la 27,5″ la trovo una trovata di marketing.
    E cmq, alla fine, come altri hanno già scritto, senza la gamba non si va da nessuna parte.

  25. Secondo me il discorso più importante è proprio quello delle geometrie.
    E’ assolutamente prioritario stare comodi in sella e non desiderare ardentemente a metà pecorso di tornare a casa quanto prima.
    Purtroppo le problematiche si cominciamo a riscontrare dopo un pò di utilizzo perchè quando si prova la bici in negozio sembra sempre abbastanza comoda…i dolori vengono poi.

  26. Premetto che nn sono un esperto, da 2 anni ho cominciato con la MTB, la prima è stata una 27, dopo un’anno, lo ammetto x moda, ho preso una 29 e ne sono entusiasta: veloce, agile, comoda!!! Cmq ad ognuno la sua, a mio modo di vedere nn c’è meglio o peggio in generale, ma ciò che và a te è giusto per te, altrimenti avremmo tutti la stessa bici, auto, moto, e….. moglie/marito scherzo!!!

  27. Per me la scelta, ovvero “questa” scelta che varia di continuo senza portare differenze realmente oggettivabili invece fa fare soldi solo a chi vende, poi vedi te!

    Cmq se l’aver fatto la salita che hai fatto davanti ai tuoi amici è per merito della front da 29″ e nn delle tue gambe allora onore alla front da 29″…. poi magari qualcuno ti ha sverniciato clamorosamente in discesa con una 26″…. 😀

    Sempre starsi a misurare rispetto ai compagni, boh, che modo incredibilmente “povero” per la mtb, frustazioni per gli ultimi e gioia per i primi (come dicevo… la coppa del mondo!?)

    😀

  28. Io ho una 29″ e pensavo di aver sbagliato acquisto! Poi più io diventavo forte e più sfruttavo al meglio la mia MTB (front). Ho fatto una salita di 30km di roccie sul Matese, e mi accorgevo che superavo i miei amici con una certa facilità, ma non dovevo perdere il ritmo. Vi faccio una domanda? Quanti biker (io sono alto 1,80, fisico muscoloso..84 kg.) di una certa altezza sono più forti dei “perdonatemi” classici longilinei e bassi! Cipollino, non ricodo fosse un mago sulle salite….io vengo dalle bdc e faccio entrambe le cose….ora tutti i biker più bassi passeranno alle 27,5….erano un po ridicoli sulle 29″….quindi, chi disprezza e perchè dovrebbe prima rinascere….Cmq ognuno la pensa come vuole l’importante e che ci sia la scelta…..

  29. Ho una 27,5 front in carbonio con 11-34 dietro e 28/40 davanti. Arrivo da una 26 in alluminio con 11-32 dietro e 24-42 davanti.

    Sono alto 1 e 79.
    Non ho molta esperienza perchè vado in bici solo da un paio d’anni quindi mi porto dietro notevoli gap nell’affrontare le discese mentre nei singoli, sto finalmente vedendo dei progressi. In salita non vado male, ho una discreta forza e ritmo che mi consentono di salire in modo deciso. Arrivo dal mondo del podismo e quindi mi porto dietro la capacità di lavorare a ritmi medi per lungo tempo/distanza.

    Sono molto contento della 27,5 perchè aldilà del guadagno di peso, è una bici che mi da un pò + di sicurezza nei tratti tecnici, con un anteriore che mi consente di superare degli ostacoli che con la 26 richiedono un pò + di forza e di capacità tecnica. Dico sempre che è una bici che mi perdona qualcosa in più!
    In discesa è una bici che scorre ma essendo io un timido (per incapacità tecnica) privilegio la sicurezza alla velocità con il risultato che non ottengo quanto potrei. In salita se la gamba è buona va via bene, ed aggiungo che è molto reattiva.

    In definitiva ho scelto 27,5 alla 29 perchè ritenevo la 29 un pochino ingombrante nei tratti singoli. Ma in primis ho ritenuto + soft il passaggio dalle 26. E’ anche vero che non ho molta esperienza per fare delle valutazioni + tecniche. Chi la prova..dice che non torna + indietro!! Mah!!!!

  30. ciao ragazzi all’expo di padova ho visto un tabella nello stand forse della KTM dove in base all’altezza del biker era indicato il range delle 27,5″ e 29″ (E LE 26″ ?? SPARITE ??!!)… forse già questo aspetto influenza molto la scelta dal punto di vista fisico e della fisica, non solo di tendenza di mercato…

    poi certo leggendo sopra non si possono avere 10 bici in garage… ad esempio chi di voi come me va a sciare nei weekend invernali (e non fa piu gare) con quante paia di sci e scarponi andate??… ci sarà un paio di sci e un paio di scarponi x tutti i tipi di piste e di neve….!!! con piste e neve piu adatte al nostro materiale e altre meno o per niente …. Pertanto credo che il mercato sia super saturo di prodotti e la scelta piu adatta per ognuno di noi sia sempre piu difficile per molti aspetti di natura tecnica, commerciale, di moda, capacità individuali ecc…… BUONA PEDALATA A TUTTI…. CIAOOO

  31. Alla fine non hai risposto se è meglio la 27,5″ o la 29″ bravo!!! Fai sempre questi articoli solo per incentivare la vendita alle tue guide!!! Complimenti…

    • @Stefano: forse sei uno di quei bikers di cui ho scritto sopra?

      Nn esiste un MEGLIO, hanno caratteristiche diverse e nn capisco perchè ti devi arrabbiare con chi giustamente nn da una opinione oggettiva, visto che anche a mio avviso NON la può dare in quanto può solo essere una opinione soggettiva.

      Boh…

  32. Quando gareggiavo la mia KONA 26″ con Manitou SX non mi ha mai tradito e mi ci sono sempre trovato bene. Ora sono passato ad una 29″ per una questione di “comodità”, visto che di gare non ne faccio più ed esco più per divertimento con amici appassionati. La 29″ è più comoda….non c’è dubbio…. a discapito di scatti repentini e percorsi molto tecnici. Ma ci si adatta… Le 27,5″ mai provate ma presumo che tra 26 / 27,5 / 29 … ce ne sia una di troppo… 😉

  33. Detta così mi piace per cui desidero aggiungere la mia linea di pensiero che è molto semplice, nel senso che ci si pongono dubbi sul bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno.
    Questo è un dubbio che definisco Amletico: essere o non essere?

    Beh per me sarebbe semplice scegliere: una bella 26″ top di gamma usata pagata poco, tanto per dove devo andare io nn esiste “il meglio”, esisto solo io, la mia mtb e la mia piacevole compagnia di bikers!

    Io ho sempre avuto delle 26″ e nn ho avuto modo di provare decine di mtb ma qualche 29″ l’ho provata, 2 front ed una test bike Remedy 9 presa dal mio sivende.

    Come dici: nn esiste il meglio od il peggio, ci sono pro e contro; una front da 29″ mi sembra molto similare ad una bici da corsa che però può fare sterratoni, la Remedy invece mi sembra una grandissima bici per passarci giornate intere in sella affrontando dislivelli notevoli ed anche salite e discese tecniche o scassate; in salita il carro lavora bene e la trazione è ottima, la ruota da 29″ però fa soffrire un pelo nei rilanci ma penso sia poi questione di abitudine.
    Sullo scassato da molta più sicurezza che una 26″ ma ad esempio sui gradoni alti spesso sfrego il sedere sulla ruota posteriore, cosa che faccio veramente in casi estremi con la mia 26″.

    Sul tecnico stretto è molto guidabile, cosa di cui, seguendo anche ciò che dici, nn mi sarei mai aspettato; pensavo che fosse tipo un AUTOBUS in un single track, invece si riesce a muovere benissimo!

    Sicuramente per avere però una vera idea oggettiva dovrei provare anche la Remedy da 26″…

    Pensare di fare cambio con la mia enduro da 26″ nn ci penserei proprio minimamente, sullo scassato peso la mia trita tutto, questa insomma… la differenza di forcella io la sento ed anche di molto.

    Visto che il mercato delle 26″ sta morendo per un fatto commerciale, io nn esiterei a scegliere una 27,5 tra i 2 formati oggi standard.

    Anche se esistono 29″ da 180mm è inevitabile pensare che ruote e forcella non abbiano la rigidità di una 27,5 (o meglio di una 26!) e tali caratteristiche si risentono nella guida, poi io sono convinto che uno si abitua a tutto alla fine, la bici va in un modo, il biker si abitua alla bici e la guida come meglio è capace di fare, l’importante è essere sereni e nn frustrati come sono in molti, anzi, in troppi, che vedono in ogni giro mtb una competizione a livello mondiale… forse hanno qualcosa da mettere a posto che va ben oltre al formato delle ruote!

    Altra mia personale considerazione è che la bici va presa in base al gruppo che si frequenta: il mio gruppo ha bici da enduro e freeride e la media dei giri sono dai 30 ai 40 Km per 1000/1500 di dislivello, con discese spesso piuttosto impegnative.

    Nn avrebbe senso prendere una front da 29″ per girare da soli sia in salita che in discesa.

    Cmq al momento: ENDURO DA 26″ PER TUTTA LA VITA, YEAAAAAAAHHHHHHH!!!!!

  34. Ciao Michele, io credo che per tutti coloro per cui la bici è divertimento e non prestazione pura, non ci siano grosse differenze e con tutte le bici ci si possa divertire: si pedala, si scende.
    Ogni diametro ha i suoi pregi e i suoi difetti, come ogni tipo di gomma (leggerissima, ma cedevole contro robusta ma più pesante), come ogni differenza nell’escursione (100 contro 180), ogni tipo di bici (Front leggerissima, ma poco adatta a venire giù per pietraie o Full da 180 più “goffa” in salita, ma una goduria in discesa).
    Per fortuna nel nostro hobby (se resta un hobby/passione/divertimento) è sempre più importante il pilota della bici. Escludendo discipline gravity e rimanendo sul pealabile, è certo che non si può pedalare una Full 26 da 180 come una Front 29, ma è vero che con la Full 26 da 180 in discesa ci si diverte molto di più. Con una si gode in salita e con una si gode in discesa.
    Le vie di mezzo, come potrebbe essere una Full 27.5 da 150 sta in mezzo e potrebbe essere ideale per chi fa un po’ tutto, ma sono convinto che a meno di guidare come Barel, la stessa persona con una 26 da 160 o una 29 da 140…farebbe più o meno le stesse cose…soprattutto con lo stesso livello di divertimento, divertimento che secondo me è la cosa più importante per chi non guarda il cronometro 🙂

I commenti sono chiusi.