Quiz : quanto ne sai di tecnica di guida per MTB ?

In questo periodo stiamo parlando spesso di tecniche di guida in MTB grazie al prezioso contributo del Maestro Nazionale di MTB Massimo Frizzera, ed è emerso quanto siano proprio i piccoli dettagli che fanno la differenza tra un biker che guida in modo mediocre e un biker che guida in modo SICURO e PERFORMANTE.

Già, perché è proprio questo il nostro scopo : portare la bike in sicurezza, senza farci male e superare in velocità i passaggi più tecnici dei nostri percorsi.

Come ti ho anticipato io e Davide abbiamo passato una giornata intera assieme a Massimo Frizzera , in una splendida location in Trentino, ad eseguire le riprese per il video-corso di tecnica di guida che sarà presto disponibile nella nuova edizione (con dei contenuti extra molto interessanti).

In questa giornata non mi sono certo limitato a fare le domande a Massimo e a guardarlo eseguire le tecniche di guida, ma ovviamente ho preso la mia bike e mi sono cimentato in tutti i passaggi , dal più facile al più tecnico, che Massimo ha eseguito.

Ma sono andato oltre. 

Per puro spirito di sacrificio (eh si l'ho fatto per voi) e complice la molta stanchezza per la dura giornata passata, ho deciso di sacrificare la mia incolumità e sfidare Massimo sul suo terreno preferito.

Attenzione : la sfida non era su chi eseguiva prima o meglio la curva, ma sul fatto che io avrei potuto affrontare la curva in agilità anche senza seguire un particolare e fondamentale accorgimento che invece Massimo mi aveva raccomandato.

"Scommettiamo che io ci riesco

anche facendo il contrario di quel che dici?"

Questa è stata la mia sfida.

Ce l'avrò fatta?

Guardate il video, che è un piccolo estratto "rubato" dal video-corso di guida che abbiamo realizzato, giudicate voi il risultato e poi non dite che non vi voglio bene 🙂 

Fate attenzione perché ho "volutamente" commesso diversi errori , ma quello che voglio sapere è qual'è la differenza fondamentale nell'approccio alla curva tra il maestro Massimo Frizzera e l'allievo Michele Zanchin.

Pronto ? Guarda il video e buon divertimento… la risposta la avremo tra qualche giorno con la seconda parte del video dove Massimo Frizzera ci svelerà un po' di "trucchi del mestiere".

Quiz MtbPassione from MTB Passione on Vimeo.

The following two tabs change content below.
Classe 1976, sono un grande appassionato di Mountain Bike da oltre 15 anni. Sono papà, marito e manager e quindi il mio approccio MTB è di tipo scientifico perché mi trovo sempre nella difficoltà di coniugare la passione per la bici con gli impegni lavorativi e la famiglia.

Comments

comments

Powered by Facebook Comments

58 commenti
  1. Sterro
    Sterro dice:

    Secondo me la differenza principale tra i due è l’abbigliamento. Il secondo sbaglia perchè indossa abiti un po’ smorti…..molto meglio il primo che adotta colori più sgargianti e alla moda!

    Rispondi
  2. Giuseppe comenduli
    Giuseppe comenduli dice:

    Il biker n.2 oltre a non spostare il peso indietro e a toccare il freno anteriore, non guarda la traiettoria da fare ( come si vede bene che fa il primo biker)ma la pendenza dritto davanti a sè, spaventandosi. 

    Rispondi
  3. Gian Fernando
    Gian Fernando dice:

    Non capisco una cosa, ma questo video corso é già uscito nel 2012? Visto che i primi post riportano quella data.

    a me è arrivata la mail ora che sta per uscire questo video corso, quindi non capisco se é una cosa nuova o vecchia…..

    grazie se qualcuno mi risponde

    Rispondi
  4. manzana giuseppe
    manzana giuseppe dice:

    il primo biker ha spostato il peso all’indietro quasi fuori dalla sella inoltre mi sembra che ha frenato un momento prima della curva evitando di doverlo fare a ruota girata evitando di slittamenti indesiderati

    Rispondi
  5. alz
    alz dice:

    Ma sbaglio o quasi nessuno ha capito che sei tu il funambolo?? Cmq complimenti la caduta volontaria se la concedono solo i manici…
    ps:con la promessa del videocorso gratis hai visto quanti post? 🙂

    Rispondi
  6. aldo
    aldo dice:

    la prima cosa da fare è quello di avere sempre la sella all'altezza giusta per riuscire a portare il peso tutto sulla ruota dietro, per me la sella del primo e' comunque alta e pericolosa pero' la posizione del suo corpo era correttta, il secondo a parte il fuori sella non effettuato per inesperienza e paura ha portato il suo peso dalla parte opposta in avanti pure frenando a quanto sembra, per conto mio non vedo l'ora di montare il canotto sella regolabile senza tutte le volte fermarmi e regolarla per il tipo di percorso che mi trovo davanti.

    Rispondi
  7. Junior Giorgio Infantino
    Junior Giorgio Infantino dice:

    Intanto l’errore piu’ importante e’ stato quello di affrontare la discesona completamente seduto e sbilanciato in avanti.
    Poi ci sono gli altri errori a seguire.

    Rispondi
  8. Tenten
    Tenten dice:

    concordo: 1) niente sguardo sulla strada da percorrere

                    2) peso sbilanciato in avanti

                    3) impuntamento ruota anteriore causa frenata non modulata

     

     

    Rispondi
  9. andrea
    andrea dice:

    Secondo me il primo errore è stato non seguire la curva con lo sguardo (come fa il 1 biker) poi niente fuori sella, sbilanciato e impaurito. Ciao

    Rispondi
  10. Alissio
    Alissio dice:

    Il secondo biker ha frenato con l'anteriore ed ha appoggiato i piedi a terra facendo perno oltre ad aver iniziato con il peso più spostato in avanti.

    Il primo biker era in una posizione più difficile e scomoda ma più adatta ad una pendenza ripida cioè con il sedere dietro al sellino, più indietro possibile in modo da spostare peso e baricentro.

    Rispondi
  11. alessio
    alessio dice:

    ciao a tutti, intanto il secondo biker non aveva lo sguardo attento a quello che doveva affrontare, poi non era in fuorisella e quindi ha caricato troppo davanti poi era molto rigido e quando si fa quei tipi di es. su discesa bisogna essere rilassanti fino ad un certo punto ma anche molto concentrati all'es.

    Volevo ancora dire che non solo aveva solo questi fattori ma ha anche sbagliato la traiettoria in conseguenza alla frenata con l'anteriore e alla postura,

    Rispondi
  12. francesco
    francesco dice:

    risposte già ampiamente date , aggiungo che avevi un cancello sotto i sedere non una bici . Prima di affrontare determinati sentieri magari verificare l'idoneità e l'efficenza del mezzo che hai ha disposizione . Ho diverse MTB che utilizzo su terreni diversi proprio per le specifiche pequliarità che ogni bici ha . Hai non esperti di discese è consigliabile montare un canotto sella con il comando per abbassarla al manubrio , ho visto diverse cadute causate dall'esser rimasti appesi con le braghe alla punta della sella. Spendete 200 euri e portate giù la sella vi agevolerà nell'arretamento senza rimaner impigliati. 

    Rispondi
  13. Marco
    Marco dice:

    Il primo biker ha uno zaino che lo aiuta ad arretrare il peso (e quindi il baricentro).

    Il secondo biker non ha lo zaino…..! 🙂

    Rispondi
  14. Lan
    Lan dice:

    Fondamentalmente una postura da passeggiata turistica e una sella troppo alta. Per non parlare del fatto che non ha guardato la traiettoria, non ha impostato  la curva e non ha affato eseguito una postura fuorisella per caricare il posteriore ed evitare il ribaltamento

    Rispondi
  15. agostino
    agostino dice:

    il primo byker ha guardato per prima cosa com'era lacurva ,poi era fuori dalla sella con il culo per potere impostare al meglio la curva ,il secondo byker ,prima cosa aveva la testa nelle nuvole non ha guardato  neanche com'era la curva non era neanche impostato bene sulla bici poiha anche frenato in modo non corretto.

    Rispondi
  16. Piero
    Piero dice:

    peso sbilanciato in avanti, non ha fatto un fuori sella efficace, la curva oltre che in discesa era anche in contro pendenza e non ha spostato il corpo lateralmente per rimanere in equilibrio. Errore principale: mai in discesa portare il corpo sul tubo orizzontale per appoggiare i piedi perché il ribaltamento e' automatico.

    Rispondi
  17. Gabriele
    Gabriele dice:

    ciao, il biker 2, a differenza del biker 1 .. ha sbagliato un po di cose. La prima cosa fondamentale che il biker 2 non era agganciato ai pedali .. e questo di certo non ti aiuta a far forza sulle pedivelle e ad inseririti nella curva e giocando con il posteriore e freno. POi secondo  la posizione di guida del corpo in discesa era sbagliata.. troppo in avanti con il corpo sull'anteriore.. bensi il corpo in quelle discese devve essere spostatato all'indietro .. fuori sella ….. POi  un altra cosa , ha troppo frenato sull'anteriore.. non dosando il posteriore, ed invece giocando sul posteriore ti aiuta a mantere più o meno la traiettoria… e ciò questo ha comportato il ribaltamento sull'anteriore del biker 2.. cadendo.

    Rispondi
  18. ercole
    ercole dice:

    1) la prima cosa che salta agli occhi e che hanno evidenziato quasi tutti, è che non ha spostato il peso all'indietro, così facendo, in discesa, il peso va a gravare sulla ruota anteriore, rendendo impossibile la guida.
    2) Non ha piegato la bicicletta o, addirittura, lo ha fatto dalla parte sbagliata… guardate l'istruttore, 1^ semi curva a destra, il braccio destro è teso e quello sinistro è piegato, nello stesso momento, la bicicletta piega a destra, l'esatto opposto succede nella curva a sinistra, il braccio sinistra spinge (è teso) e quello destro piega, la bicicletta piega a sinistra… questo non avviene con l'allievo, che rimane con le braccia rigide e la bicicletta non piega!
    3) Non è così facile evidenziare degli errori di frenatura (che sicuramente ci sono, altrimenti non si sarebbe ribaltato in avanti), così come gli errori di traiettoria… comunque sia, entrambi, sono una conseguenza della errata posizione in bicicletta.

    Rispondi
  19. Simone Ghizzardi
    Simone Ghizzardi dice:

    Dato che nemmeno io sono un discesista, ma sto applicando i consigli che man mano mi vengono suggeriti, posso dire che:
    1°) ha avuto paura ad affrontare la discesa
    2°) non era in fuorisella e non arretrato
    3°) non guardava avanti ma il manubrio
    4°) frenata con l'anteriore
     

    Rispondi
  20. nicolagrossi@tiscali.it
    [email protected] dice:

    Diversi errori del biker2 ma quello che lo fa cadere è di aver frenato in curva col freno anteriore. 

    Rispondi
  21. Christian
    Christian dice:

    Errori principali, non guardare la traiettoria da seguire da prima di entrare in curva ma fissare un punto sbagliato. Non aver portato il peso fuorisella e non aver inclinato leggermente la bici verso l'interno della curva cosa che aumenta il grip. Frenare in curva non l'ha aiutato anzi ha peggiorato una situazionecritica. L'errore grosso poi che l'ha fatto cappottare è stato di mettere il piede sinistro a terra per paura di cadere…. badabum

    Rispondi
  22. francesco
    francesco dice:

    Oltre all'errore che salta subito agli occhi del mancato fuorisella da parte del secondo biker, l'errore fondamentale che di solito commette un principiante oppure chi in quel passaggio è sopraffatto dalla paura di cadere è quello di non guardare il percorso ma di fissare il "punto di pericolo" infatti ho notato che il secondo biker ha fissato l'albero d'avanti a sè ed è prorio lì che si è diretta la bici.

    Rispondi
  23. Claudia
    Claudia dice:

    Ciao, da quello ke ho visto il biker: ha poco equlibrio, è rigido di braccia, posizione avanzata del corpo, lo sguardo è in ritardo sulla curva (doveva iniziare a girare la testa un pó prima),  manca il fuori sella, ha frenato in curva invece di rallentare prima di entrare in curva. Ciao

    Rispondi
  24. Alessandro
    Alessandro dice:

    Baricentro alto e troppo avanzato, , la pendenza negativa , la frenata non controbilanciata che accentua la negatività del già presente dislivello (oltre le asperità del terreno) hanno dato il disarcinamento 😉 cordiali saluti !

    Rispondi
  25. gabo
    gabo dice:

    il secondo biker non mantiene il peso sui pedali, anzichè rimane re in fuori sella con le braccia ben distese scende dalla bici perdendo completamente aderenza

    Rispondi
  26. Nicola Fratucello
    Nicola Fratucello dice:

    Direi che,apparte aver  guardato la traiettoria,anche se in ritardo, per il resto ha sbagliato proprio tutto.
    Impostazione pre curva, arretramento del corpo che non c'era e necessario bilanciamento fuori sella,
    inclinazione della bici, posizione dei piedi, braccia rigide, uso del freno, e cosa altro aggiungere? sembrava stesse facendo una passeggiatina in una ciclabile domenicale……troppo molle e rilassato.

    Rispondi
  27. Simon
    Simon dice:

    non ha girato il manubrio della bici per compiere la curva lentamente come il primo biker e poi ha inchiodato con il freno anteriore cadendo!

    Rispondi
  28. stefano
    stefano dice:

    posto che posso parlare poco, visto che sono notoriamente un imbranato e pauroso pazzesco in discesa e sono sicuramente quello che ha più bisogno di "dritte". Ma a senso direi che il biker 2 è fondamentalmente troppo in avanti con il peso.

    Rispondi
  29. Cabiria
    Cabiria dice:

    Nell'ordine:
    1) non ha guardato la traiettoria della curva
    2) non era in posizione di fuorisella
    3) ha utilizzato il freno anteriore e ha frenato in curva, non prima. La bici ha inforcato.

    Rispondi
  30. lucchese marco
    lucchese marco dice:

    il 2° non affronta curva discesa spostandosi in fuorisella verso il posteriore bike per contrastare anche l'inerzia della frenata, tra l'altro effettuata comunque al momento sbagliato.

    Rispondi
  31. Filippo
    Filippo dice:

    Han già risposto, quindi evito di ripetermi … comunque non penso sia tu quel biker … :-).
    Non scherziamoci troppo, un mio amico, in un discesone tecnico, faceva fatica a tenere la bici dietro la mia (scendevo in prudenza), cosicchè l'ho fatto passare avanti …
    Più in giù si è reso conto che era troppo ripido e scosceso per continuare, e tentando di scendere dalla bici, ha fatto la 'tua stessa mossa', a quel punto il seggiolino lo ha spinto sulla schiena, sbattendo violentemente la faccia a terra … cartilagine del naso rotta in 4 pezzi; in pratica il naso non sporgeva più dalla faccia, il tutto a pochi metri da me. Ovviamente mi son dovuto fermare anche io (anzi saltare dalla bici) e prestare soccorsi …
    Quindi ripeto, non scherziamoci troppo.

    Rispondi
  32. Maurizio
    Maurizio dice:

    il biker 2 si e' portato in avanti rimanendo in piedi, staccando un piede non spostando il baricentro del corpo e guidando la bici. l'ha lasciata ANDARE!!!

    Rispondi
  33. Federico Re
    Federico Re dice:

    secondo me l'errore principale é nella posizione
    il primo biker sposta il peso indietro bilanciandosi meglio
    il secondo resta seduto sul sellino e si inclina in avanti nel momento in cui frena

    Rispondi
  34. Emo
    Emo dice:

    Ammesso che voglia scendere dalla mtb per paura di affrontare la curva, l'errore esiziale che fa è scendere dalla parte anteriore della bici e ovviamente cappotta. Se invece voleva affrontare la curva, di errori ne fa diversi ma il più evidente credo sia la assoluta mancanza di spostamento del peso del corpo.

    Rispondi
  35. Piero Pucci
    Piero Pucci dice:

    Il secondo biker ha preso la curva troppo all' interno e si è cosi' trovato sulla massima pendenza all' interno della curva inoltre non ha arretrato il peso del corpo come invece esegue il primo biker .

    Rispondi
  36. Valentino
    Valentino dice:

    risposta: fuorisella
    1° biker non è seduto sul sellino, porta tutto il peso sul posteriore poggiando il petto sul sellino
    2° biker è seduto tranquillamente sul sellino come in una passeggiata non riuscendo a controbilanciare il peso.

    Rispondi
  37. emAanuele
    emAanuele dice:

    Secondo me non ha spostato abbastanza il corpo (sedere) dietro al sellino, il peso e andato tutto sull'anteriore e la caduta e inevitabile

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *