Mountain Bike: uno sport diverso

 

MTB-Uno sport diversoPerché la Mountain Bike é uno sport diverso dagli altri?

Chi pratica uno sport pensa sempre il proprio sport sia migliore se non superiore a tutti gli altri.

Un triatleta ti dirà che il suo sport é completo mentre un runner ti dirà che il suo lo può praticare ovunque.

Entrambi hanno ragione ed entrambi seguono un piano di allenamento diverso.

Ma come dovrebbe allenarsi un biker?

Il nostro trainer, Saverio Ottolini, preparatore del team Titici e direttore del centro di preparazione Sport Attitude di Verbania (vicino alla Svizzera) ha le idee chiare.

Saverio Ottolini

Un biker dovrebbe fare una preparazione completa visto il notevole impegno muscolare degli arti superiori e del tronco.

Muscoli MTB vs BDC

Ad esempio durante una competizione in MTB si raggiungono picchi di frequenza molto alti con moltissimi minuti in soglia e fuorisoglia.

Ci sono tanti biker che seguono un programma di allenamento non specifico per la mountain bike che hanno le stesse sensazioni: molta fatica in partenza e pochissima capacità di ritmo e di lavoro massimale (una volta fatto il primo “fuorigiri” si rimane bloccati per tutta la gara).

La stessa cosa succede anche a chi vuole semplicemente usare la MTB per uscire con gli amici: alla prima salita impegnativa li trovi a spingere la bici e a gridare “AIUTO”.

Con il programma che ho sviluppato in quasi 20 anni di lavoro permetto ai biker di sviluppare tutte le qualità che servono sia per le gare che per divertirsi con gli amici.


Saverio, in cosa consiste il tuo metodo?


Saverio OttoliniQuindi il mio metodo di lavoro consiste nell’autoascolto.

Gran parte dei biker non sanno ascoltare quello che il corpo gli dice.

Capire bene la frequenza cardiaca é fondamentale.

Da questo valore a riposo ed in allenamento un biker può capire il proprio livello preparazione o di affaticamento dovuto al lavoro o al cambio di stagione.


Saverio, tantissimi biker di MTB Passione conoscono il tuo lavoro grazie a programmi quali Formula Sedici e Total Training System.

Hai sviluppato qualche novità?


Saverio Ottolini

Squadra che vince non si cambia ma era necessario adeguarsi alle esigenze dei biker.

Da quest’anno avrò modo di essere più vicino ai biker grazie alla consulenza DIRETTA settimana per settimana.

Quindi non solo risposte a domande specifiche ma anche interventi diretti di consulenza.


Sinceramente non ti sembra che questi siano servizi richiesti principalmente da agonisti e che agli amatori interessino poco?


Sono proprio gli amatori che possono trarre il beneficio maggiore visto che spesso si allenano in maniera discontinua.

Grazie a degli incoraggiamenti mirati possono tornare in forma appena hanno un pò di tempo libero.


Bene Saverio, quando é possibile avere questo nuovo metodo di preparazione?


Saverio OttoliniCi sono ancora delle cose da chiarire e vorrei l’aiuto dei lettori.

Per esempio vorrei capire se funziona bene il sistema di analisi dei punteggi.

A tutti quelli che lasceranno un commento verrà mandata una scheda di allenamento da testare, facciamo così? Ok?


Lascia un commento se vuoi essere tra i primi a testare il nuovo lavoro di Saverio.

Buon Divertimento


 

The following two tabs change content below.
Classe 1976, sono un grande appassionato di Mountain Bike da oltre 15 anni. Sono papà, marito e manager e quindi il mio approccio MTB è di tipo scientifico perché mi trovo sempre nella difficoltà di coniugare la passione per la bici con gli impegni lavorativi e la famiglia.
55 commenti
  1. domenico
    domenico dice:

    infatti è da un po di tempo che vado a sensazione , anche io mi alleno in modo discontinuo , prediligo la MTB ,il punteggio va bene x chi non salta gli allenamenti

    Rispondi
  2. gerardo persico
    gerardo persico dice:

    Salve mi chiamo Gerardo sono un amatore che oltre ad uscire, quando possibile , il sabato e la domenica con la mtb, cerca di mantenersi in forma frequentando 3 volte a settimana la palestra ove pratico taekwondo per circa 90 minuti facendo allenamento con i ragazzi agonisti, mi farebbe piacere entrare a far parte del vs gruppo in modo da migliorare le mie condizioni fisiche con la mtb .

    Rispondi
  3. Alberto Piatti
    Alberto Piatti dice:

    Ciao sono alberto, 59 anni e sono interessato a questo nuovo allenamento. Ho già fatto con voi formula sedici…..grazie

    Rispondi
  4. Andrea L
    Andrea L dice:

    Ciao, anche io sarei interessato a seguire il programma, avendo seguito Formula 16 con molta soddisfazione, vorrei però sapere se è applicabile indistintamente alle varie discipline

    Rispondi
  5. Salvatore Giacalone
    Salvatore Giacalone dice:

    Ciao Saverio, ho 51 anni e da circa 5 sono un appassionato di mtb. Ho raggiunto un buon livello amatoriale ma purtroppo ho un handicap che non riesco a risolvere. Solo nelle gare ho forti crampi e il battito va fuori soglia già dalla partenza.cosa posso farè?
    Puoi aiutarmi? Sono molto libero e mi metto a tua disposizione per qualsiasi test

    Rispondi
  6. Marco SARTORI
    Marco SARTORI dice:

    Buongiorno,

    io vado in mtb dal 2004 e dal 2014 ho iniziato a fare gare gran fordo nel circuito IMA SCAPIN, effettivamente molto spesso ci si trova impallati alla partenza e negli ultimi chilometri non si vede l’ora di scendere dalla bici…
    Non avendo molto tempo per allenarmi riesco a fare 273 uscite da 2/3 ore a settimana.

    Concordo con quanto da te detto sul fatto che la mtb porta a far lavorare tutti i muscoli del tronco a differenza della bdc, ma, almeno personalmente, non mi trovo spesso con picchi altissimi fuori soglia se non in qualche strappo… forse perche riesco a dosare bene forza e rapporti..

    Aspetto fiducioso tuoi suggerimenti.

    Rispondi
  7. Paolo
    Paolo dice:

    Ciao sono Paolo,
    da qualche anno pratico bdc e mtb con gli amici mi diverto con sano spirito agonistico a partecipare a qualche granfondo e marathon, per la prima volta quest’anno seguo la vostra preparazione formula sedici e devo dire che mi sto trovando benissimo nel seguire un metodo. Mi piacerebbe continuare la preparazione anche in prossimità delle prossime manifestazioni. Grazie e buon lavoro

    Rispondi
  8. PAOLO
    PAOLO dice:

    CIAO A TUTTI,
    HO 52 ANNI E VORREI RICOMINCIARE A PEDALARE DOPO UN PERIODO DI INATTIVITA’.
    SAREI INTERESSATO A CAPIRE QUALI SONO I MIEI VERI LIMITI DOVUTI SIA ALL’ETA’ E SIA ALL’ALLENAMENTO SENZA NESSUN METODO.
    BUONE PEDALATE A TUTTI !!!

    Rispondi
  9. Ignazio piazza
    Ignazio piazza dice:

    Salve a Tutti. Mi chiamo Ignazio, classe 66, ho da quasi un anno iniziato ad andare in MTB. Sono felice di potere testare un metodo che ti permetta di controllollare il rendimento. Spero di essere dei vostri…

    Rispondi
  10. Sergio
    Sergio dice:

    Ho 59 anni e devo ancora lavorare per un po’, oltretutto con il mio lavoro mi posso allenare solo in modo discontinuo quindi qualsiasi supporto é il benvenuto. Un metodo a punteggi pare intrigante e sarei ben lieto di provarlo.
    Grazie.

    Rispondi
  11. Giuseppe
    Giuseppe dice:

    Ciao sono Giuseppe e o 46 anni io fino a luglio 2016 fumavo e pesavo 115 kg e dal 5 agosto faccio mtb e tra dieta e sport oggi sono 92 kg sono alto 188 tutto sommato sono a un discreto livello oggi mi faccio circa 45 km premetto che io esco il fine settimana tutti sentieri di montagna . Vorrei capire che tipo di allenamento dovrei fare grazie

    Rispondi
  12. stefano
    stefano dice:

    Io sono un appassionato del "vivere all'aria aperta" oltre che un agonista e mi rendo conto che ho molte lacune sia nel metodo di allenamento che nel tempo che riesco a dedicarci. Infatti i miei "allenamenti" post lavoro iniziano soltanto al cambio dell'ora legale, cioè quando ho a disposizione un paio d'ore di luce almeno. Mi rendo conto di avere dei buoni margini di miglioramento ma avrei piacere di essere "supervisionato" e guidato da chi di mtb ne sa più di me.

    Rispondi
  13. Francesco
    Francesco dice:

    Tutto l’inverno mi alleno e mi preparo per la stagione successiva ma sento come di non riuscire a dare il massimo e migliorare. Vorrei provare il vostro allenamento per valutare i cambiamenti

    Rispondi
  14. Vito
    Vito dice:

    Ciao, sono un amatore che si impegna abbastanza in mtb. Cerco di migliorare soprattutto in salita. Mi piacerebbe provare il tuo metodo. Grazie

    Rispondi
  15. Massimo Longo
    Massimo Longo dice:

    Seguo da 2 anni il Metodo PIT, e come preparazione invernale va benissimo, ma lo trovo un po’ troppo specifico per chi va in BDC. Io pratico principalmente MTB. Mi piacerebbe effettuare allenamenti specifici per le “ruote grasse”

    Rispondi
  16. Paola
    Paola dice:

    Prossimo obiettivo la Hero percorso lungo, uscite lunghe in mtb o bdc solo nel weekend, in settimana 2/3 uscite di massimo 20 km. Non ho mai seguito tabelle vado a sensazione e riesco a gestirmi abbastanza bene visti i risultati degli ultimi anni. Nel ciclismo ho sempre trovato difficile fare lavori specifici, lo trovo più semplice nella corsa.

    Rispondi
  17. Roberto
    Roberto dice:

    Ciao mi chiamo Roberto,mi alleno solo per mantenermi in forma uso maggiormente la MTB su sterrato e alcuni tratti tecnici ,vado anche in BDC,ma forse sarebbe bene scegliere soltanto una disciplina la MTB o la BDC.

    Rispondi
  18. William
    William dice:

    La mia curiosità sta nelle possibilità (e nei risultati) date da un allenamento a giorni diversi e con intervalli diversi. Ovviamente dovuto a causa di lavoro, moglie e figlia….
    Grazie e buon lavoro

    Rispondi
  19. Leonardo Conti
    Leonardo Conti dice:

    Da qualche mese vado in MTB e ho fatto dei progressi notevolissimi e il mio vero problema è “rompere il fiato” velocemente per evitare di scoppiare non appena la strada sale.

    Rispondi
  20. fabio raimondi
    fabio raimondi dice:

    molto interessante, per quanto riguarda i bambini come posso fare un programma di allenamento che assomigli ad un gioco per non stressarli troppo?

    Rispondi
  21. Carlo
    Carlo dice:

    Complimenti sempre per la professionalità dimostrata! Quest’anno mi sto preparando per la Hero (ovviamenete per terminarla, senza grosse velleità!) …. ed il prossimo inverno vorrei fare una stagione di ciclocross migliore delle prime due (una bellissima attività!). Quindi… i consigli (soprattutto se professionali!) sono sempre ben accetti !

    Rispondi
    • Michele
      Michele dice:

      Ciao Beppe, il programma fa lavorare tutte le catene muscolari. E’ più indicato per MTB ma anche su BDC puoi ottenere buoni risultati.

      Rispondi
  22. Renato
    Renato dice:

    Mi trovo benissimo con il tuo forum e consigli, potrei gentilmente provare questo cardio metodo ? Mi interessa particolarmente in quanto amatore ed interessato al benessere fisico con particolare attenzione al cuore. Ciao e grazie anticipatamente Renato.,

    Rispondi
  23. ulisse
    ulisse dice:

    Cosa si intende per “capire la propria frequenza cardiaca ” ? ho 49 anni e soto sforzo arrivo a 180 . Mi accorgo che sono spesso a 150 per gran parte dei miei allenamenti… Forse è troppo ?

    Rispondi
  24. Mirco
    Mirco dice:

    Sono un amatore che si impegna.. Dopo aver passato tutto l’inverno ad allenarmi ora in concomitanza con il vero inizio stagione di gare una bella influenza e tonsillite mi ha messo ko… Da dove e come ricominciare? Penso sia una situazione che capita a molti, magari buon spunto di discussione

    Rispondi
  25. Maurizio
    Maurizio dice:

    Quest’anno ho avuto un incremento di forza e resistenza grazie al vostro metodo, non sono un amante del cartaceo, i miglioramenti li vedo nelle gare di xc e soprattutto granfondo. Grazie per quello che fate per noi

    Rispondi
  26. Marco Castelli
    Marco Castelli dice:

    Ho ripreso in mano la mtb da 4 mesi dopo un lungo periodo di inattività e da ciccione sono passato molto in sovrappeso. È già qualcosa! Anche le “prestazioni” iniziano a migliorare. Ma come valutare i progressi che sto facendo? Come li valuto? Piero capitalism come peso o pre stations Manson Semerano obbiettivi validi. Seconda me in allensmento per punti che richieda di ascoltare il profilo corpo potrebbe aiutarmi.

    Rispondi
  27. Pietro
    Pietro dice:

    In allenamento e in gara (MTB) soffro molto i primi 10 – 15 chilometri poi mi “sblocco” e riesco ad andare meglio. Un aiuto per superare questo “blocco” sarebbe per me un grande aiuto.

    Rispondi
  28. Max
    Max dice:

    Ciao Saverio, io mi diletto nel cross triathlon e ascoltare il proprio corpo è fondamentale, infatti mi capita spesso che uscendo dalla prima transizione se parto fuori giri preso dalla foga di recuperare vado spesso in affanno con il rischio di scoppiare .credo che un allenamento mirato possa insegnare ad affrontare al meglio questo casi

    Rispondi
  29. Sergio
    Sergio dice:

    Runner da molti anni e da un paio d’anni duatleta off road, non più giovanissimo, sono davvero interessato alla problematica perchè ultimamente la mia partecipazione a competizioni di sola MTB è diventata molto frequente.
    Grazie!

    Rispondi
  30. Roberto
    Roberto dice:

    Sono un amatore, ma fortunatamente ho la pausa pranzo lunga e riesco a uscire quasi tutti i giorni per un’ora e mezza. Questo mi permette di essere più allenato di amici che sicuramente sarebbero più performanti. Mi piacerebbe provare il sistema dei punteggi in gruppo, per vedere se i miglioramenti degli altri compensano la maggiore frequenza di allenamento che ho io!
    Ciao, Roberto

    Rispondi
  31. alessandro
    alessandro dice:

    Ok, io sono il prototipo di che quello che hai descritto! mi piacerebbe provarlo, anche se il tempo a disposizione è limitato.

    Rispondi
  32. Francesco
    Francesco dice:

    In effetti,anch’io penso che la formula migliore,per qualsiasi sport ,sia quella di ascoltare il propio corpo,e anche se purtroppo non abbiamo il tempo dì allenarci ,dovremmo seguire un programma progressivo e piu costante .
    Grazie sempre dei vostri consigli
    Alla prossima.

    Rispondi
  33. Alfonso
    Alfonso dice:

    Io ho completato da poco il programma formula 16 dal quale ho avuto netti miglioramenti sulla condizione fisica…anche se personalmente non adotteri il metodo dei punteggi …perché se io non noto subito dei miglioramenti tendo a scoraghiarmi …..ritengo che per molte persone che magari non riescono a comprendere l’attuale stato di forma fisica possano estereo utili anche se personalmente le valutazioni le inserirei al termine del percorso di allenamento !!! Questa è la mia opinione da amatore…..e non da professionista del settore..quindi molto opinabile da chi ne sa più di me!!

    Rispondi
  34. Massimo
    Massimo dice:

    Il sistema del punteggio ha due aspetti positivi uno motivante in quanto definisce obiettivi da raggiungere, uno permette la verifica degli step di avanzamento del piano di allenamento.
    Inoltre oggettivare il risultato del lavoro svolto permette anche una maggiore consapevolezza delle sensazioninricevute durante l’allenamento.

    Rispondi
  35. Andrea Rossi
    Andrea Rossi dice:

    Grazie Valerio, io dopo una buona preparazione invernale, anche muscolare, faccio fatica per motivi di tempo a mantenere e migliorare la forma nella stagione bella dov’è ci sono le gare. Ho notato un picco di forma tra aprile e maggio che poi è scemato nei mesi successivi. Riuscire ad avere motivazione e un programma semplice mi sarebbe di grande aiuto e il punteggio/valutazione mi sembra un’ottima idea!!!
    Aspetto notizie… ciao
    Andrea

    Rispondi
  36. Domenico
    Domenico dice:

    econdo me il metodo dei punteggi è utile per capire come mi sto allenando se l allenamento è stato fatto nel modo giusto e capire se e dove si sbaglia e dove si deve migliorare…..inoltre è uno stimolo in piu x fare meglio la prossima volta!!!

    Rispondi

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Ti ho mostrato alcune peculiarità del nostro sport con una intervista al preparatore atletico Saverio Ottolini con l'articolo http://www.mtbpassione.com/mountain-bike-uno-sport-diverso/ […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *